• A3 rattan

"Io, menfitano, professione influencer". Quando i social diventano lavoro e lo scatto è arte e businness

del 2017-04-20

  • In un tempo non troppo lontano le grandi multinazionali affidavano la loro popolarità e immagine  principalmente a personaggi famosi, bloggers rinomati e vip affermati.

    Con il passare del tempo, complice la sempre maggiore diffusione di Instagram e You Tube, e consapevoli delle inibizioni del pubblico davanti alle svariate forme di pubblicità, i grandi brand hanno iniziato pian piano a concentrarsi su nuove figure, anche persone comuni, “nate in rete”, capaci di sedurre e catturare anche milioni di clienti. E’ stata percepita, in particolare, la loro capacità di influenzare le decisioni d’acquisto dei clienti. 

    La figura dell’"Influencer” è, pertanto, diventata parte integrante delle strategie di marketing di tantissime aziende, multinazionali e non, compreso ristoranti, b&b, alberghi e non solo.

    In un mondo in cui i consigli, i pareri e le recensioni che troviamo sui social condizionano e non poco le scelte di ognuno di noi dal ristorante al telefonino passando per l’albergo, ecco che il numero degli influencer è cresciuto vorticosamente.

    Si tratta di blogger, opinion leader, persone con account seguiti da migliaia di followers che promuovono, spesso attraverso foto in modo più o meno occulto, vere e proprie campagne pubblicitarie di prodotti. 

    La redazione di Castelvetranonews ha raggiunto un influencer marketing della nostra zona, Giuseppe Cantone, menfitano, per sapere di più di questa figura professionale e della sua carriera.

    Parlaci di te

    Ho quasi 25 anni, vengo da Menfi, e sono un Influencer. Ho iniziato su Instagram, come appassionato di fotografia nel 2015.

    Cos’è un influencer?

    Un influencer è un utente con migliaia di seguaci sparsi sui vari social network: può trattarsi di uno YouTuber, può avere un sito, ma in genere ha quasi sempre un blog sul quale scrive gli articoli che poi condivide. Ogni volta che condivide un post, una foto o un video, riesce a ricevere moltissime visualizzazioni grazie alla fiducia dei suoi fans.

    Qual’è la migliore piattaforma secondo te?

    La miglior piattaforma a parer mio, credo che sia assolutamente Instagram, seguita poi da blog personali e dai canali YouTube. Instagram è la più considerata perché è cresciuta di 4 volte negli ultimi 2 anni, e le analisi statistiche dicono che nei prossimi anni è destinato ad incrementare ancora la sua popolarità. Ecco perché bisogna mettere in piedi un account Instagram ora! 

    Dai social al marketing. Qual è l’anello di congiunzione?

    Le aziende si sono accorte che non esiste forma di comunicazione più potente della ‘raccomandazione’, scegliendo di promuovere prodotti e servizi attraverso i canali online di persone particolarmente influenti. 

    Perché un’azienda decide di puntare su un influencer?

    Un’azienda decide di investire su un influencer solo quando il prodotto da sponsorizzare sarà in linea con lo stile dello stesso.Non si avrà la vendita "sicura" del prodotto, ma sicuramente ne avrà (grazie all'influencer) la conoscenza del prodotto stesso. 

    Mi è capitato di lavorare in campagne social con un paio di multinazionali aventi come prodotti la telefonia. Per tutta la durata del progetto l'azienda stessa, come da contratto, chiede l'esclusiva, svincolando l'influencer solo alla fine della campagna social.

    Quindi l’influencer è una figura professionale a tutti gli effetti

    Potrà sicuramente essere un lavoro del futuro chiamato appunto Influencer marketing. Di fatto su Instagram, cosi come su altri social, si guadagna lavorando appunto con le sponsorizzazioni delle aziende che a loro volta poi ti ricompenseranno. Non c'è uno stipendio fisso, il pagamento cambia a seconda del tipo di brand che proporrà il lavoro.

    E’ un lavoro che impegna molto tempo?

    Generalmente può occupare moltissime ore, così come viceversa. Più si fa, più si avrà. Mediamente dalle 7-9 ore al giorno (online e offline).

    Quali sono i requisiti per sfondare?

    Per sfondare sui social ci vuole tempo, investimento base costituito da un buono smartphone, accessori e prodotti che servono scatto dopo scatto per mostrare in ogni foto qualcosa di diverso. Inoltre per il lavoro da Influencer Marketing, credo sia più proficuo restare aperti a più categorie di luoghi, cibo e stile di vita, soprattutto per le aziende che vorranno aver modo di capire se sarà in grado di poter promuovere più tipi di prodotti, in modo da poter rientrare in più stili. Curare la comunicazione conta e pure tanto! Bisogna aver un profilo curato di linee, colori, parole e cercare di seguire una linea di toni omogenea. 

    Come si arriva ad avere fama sui social?

    Secondo me comunque, per diventare ‘famosi’ sul web  bisogna puntare degli obiettivi precisi: •Concentrati su quello che potrebbe renderti famoso su un progetto tutto tuo!

    •Definisci poi la tua idea di fama

    •Pubblicizzati, come? Diffondi il tuo URL e i tuoi indirizzi internet ovunque e rispondi a tutti.

    •Fatti notare e lasciati trasportare da internet

    •Carica qualcosa che possa diventare virale.

    In Italia esistono molti influencer?

    L'Italia è uno dei paesi con più influencer attivi nel settore della comunicazione dei social. 

    C’è qualche influencer italiano che apprezzi particolarmente?

    Tra i vari influencer in Italia diciamo che non ho moltissime ispirazioni, però vorrei suggerirvi alcuni profili con stili beli, curati e creativi diversi dal mio come ad asempio @benedettodemaio o @mighele_ 

    Di cosa ti occupi tu nella promozione?

    Attraverso i miei canali punto a lanciare diversi messaggi, parlando molto di attualità. Dal mangiar sano, a consigliare la gente a visitare i luoghi dei miei viaggi, descrivendo anche attraverso gli scatti le emozioni che la vita può regalarci anche davanti ad una semplice colazione. 

    Da buon Siciliano non posso che mostrare ai miei followers la mia terra, mostrando sempre attraverso gli scatti quello che ci rappresenta, dai cannoli alla ricotta alla cassata siciliana. Ma anche condividendo gli scatti dei nostri amati frutti di stagione raccolti dal mio giardino al mattino, regalando momenti ai followers delle grandi città e al meridionale che vive al nord per lavoro o per studio, che purtroppo un giardino pieno di frutti ahimè non l’avranno mai. 

    Che strategia usi nella condivisione degli scatti?

    Credo sia meglio mantenersi settoriali nella scelta degli scatti da condividere per raggiungere più tipi di fan mostrando ciò che è di loro interesse, provando successivamente così a fargli apprezzare quello che prima magari non interessava.

    I post rivestono un ruolo fondamentale: parlo di "caption", ovvero della didascalia alla foto da pubblicare che deve suscitare ai followers curiosità, felicità positivismo. Ovviamente, essendo che Instagram è fotografia, alla base dovrà esserci un'ottima qualità delle foto. 

    Esistono delle persone più predisposte a fare l’influencer grazie a peculiarità caratteriali?

    Non ho ben capito se ci siano delle caratteristiche caratteriali da seguire per spopolare sui social, personalmente ho però raggiunto il successo sicuramente grazie all'umiltà, nell'aiutare il prossimo senza aspettarmi di essere ricambiato, e indubbiamente rimanendo me stesso con i piedi per terra, senza mai aspettarmi troppo dal social stesso, accontentandomi delle piccole cose semplici che mi circondano. 

    Cosa ti piace di più del tuo lavoro?

    La cosa che più mi piace del mio lavoro è il fatto che permette di farmi viaggiare di città in città, oltre al fatto di dar spazio e creatività a seconda dei lavori con le aziende, di mettermi in gioco improvvisando nuovi scatti dalle inquadrature inedite.

    La figura dell’influencer è conosciuta abbastanza?

    Spesso mi è capitato in passato di dover spiegare ai miei paesani, amici e parenti cosa voglia dire essere "influencer. Era molto più complicato di oggi, ma credo che ormai gran parte della gente abbia ben capito come funzioni.

    Quali sono i tuoi obiettivi futuri?

    Non ho obiettivi in futuro, mi godo il presente sperando che vada avanti così come adesso, non chiedendo solo una cosa in più rispetto quello che mi è stato offerto fino ad oggi. 

    Ringraziamo Giuseppe Cantone per la disponibilità a raccontarsi ai nostri lettori, facendogli un grosso in bocca al lupo per la sua carriera in ascesa nel digital marketing.

    Per seguire il creativo @peppecant clicca qui

    Vuoi saperne di più su questa notizia? Clicca su "Mi Piace" Castelvetanonews o seguici su Twitter e riceverai prima di tutti le notizie dal Belice

  • Il mercatino dei lettori

    Invia il tuo annuncio

    Dopo aver selezionato l'immagine sarà necessario attendere la conferma, che verrà visualizzata qui in basso

    I più letti