• maxoptical
  • A3 rattan

Capodanno 2017, vietati sul territorio comunale di Campobello e Partanna botti, petardi e giochi d'artificio. Ecco le sanzioni

di: Comunicato Stampa - del 2016-12-30

Immagine articolo: Capodanno 2017, vietati sul territorio comunale di Campobello e Partanna botti, petardi e giochi d'artificio. Ecco le sanzioni
  • Il provvedimento mira a di tutelare la pubblica incolumità e la sicurezza urbana, evitando disagi anche agli animali.

    Botti, fuochi d’artificio e petardi vietati a Capodanno a Campobello di Mazara.

    Il sindaco Giuseppe Castiglione, ieri, ha infatti emanato un’ordinanza (n. 116 del 29.12.2016) al fine di vietare, sino al 6 gennaio prossimo, su tutto il territorio comunale, di accendere, lanciare e sparare fuochi d’artificio, mortaretti, petardi e oggetti simili in luoghi coperti o scoperti, pubblici o privati, nonché negli spazi pubblici quali parchi, piazze e strade transitabili da persone.

    Anche a Partanna, il Sindaco Nicolò Catania ha disposto il divieto dell’utilizzo di essi, fatto salvo ove vi siano regolari autorizzazioni ai sensi e per gli effetti delle norme vigenti, specificando inoltre che i botti cosiddetti “ declassificati” di libero commercio possono essere esplosi in zone isolate e comunque a debita distanza dalle persone e dagli animali, evitando tassativamente le aree che risultino affollate, per la presenza di feste, riunioni o per altri motivi. 

    Il provvedimento, che ha l’obiettivo di tutelare la pubblica incolumità e la sicurezza urbana, oltre che quello di evitare disagi alle persone e agli animali, impone altresì il divieto di raccogliere eventuali oggetti inesplosi e di affidare a soggetti minorenni prodotti che richiedano una certa perizia nel loro utilizzo, comportando situazioni di pericolo in caso di utilizzo maldestro.

    Il Sindaco ricorda che: “nostante tale prassi rientri nell’ambito di tradizioni e abitudini consolidate, sono sempre in crescita i casi di infortuni che si verificano a seguito di un utilizzo irresponsabile dei cosiddetti botti”. 

    La violazione delle prescrizioni impartite dall’ordinanza, fatta salva l’eventuale rilevanza penale dell’illecito, comporterà l’applicazione di sanzioni amministrative d’importo compreso tra 25 e 500 euro.

    Vuoi saperne di più su questa notizia? Clicca su "Mi Piace" Castelvetanonews o seguici su Twitter e riceverai prima di tutti le notizie dal Belice