• A3 rattan
  • maxoptical

Da Ballando con le stelle a San Siro con la Pausini. Storia del ballerino salemitano Francesco Vanella

del 2017-05-19

  • Qualche settimana fa lo avete potuto ammirare sul palco della trasmissione di Rai 1 “Ballando con le stelle”, condotta da Milly Carlucci, dove si è esibito con il gruppo Momacademy. La sua è una carriera in grande ascesa che lo ha portato a ballare anche durante il concerto di Laura Pausini a San Siro. Ma queste sono solo alcune delle tante esperienze che ha già maturato nonostante la sua giovane età.

    Stiamo parlando del 19enne salemitano Francesco Vanella, il cui sogno è quello di diventare un ballerino professionista. Lo abbiamo intervistato per farci raccontare la sua storia e la sua grande passione per il ballo.  

    Ciao Francesco, a che età hai iniziato a ballare?  

    Ho iniziato a ballare quando avevo 14 Anni.

    Fin da piccolo volevi diventare un ballerino?

    No, da piccolo sognavo di diventare un calciatore.

    Chi ti ha trasmesso questa passione?

    Mi è stata trasmessa da mia madre. Lei prendeva lezioni di danza Caraibica e per caso una sera mi portò con lei. Da allora ho iniziato a farle da partner e presto ho cominciato a studiare danza in una scuola a Salemi.  

    Qual è stato il tuo percorso di studi nel settore della danza?

    Come detto ho iniziato con lo stile Caraibico, poi sono passato al Contemporaneo e al Moderno, fino a quando non ho scoperto l’Hip-hop. Presto ho capito che lo street urban era quello che mi attraeva di più e che volevo fare. Ho fatto allora un workshop a Mazara del Vallo tenuto da Ivan Spinella, coregrafo della compagnia Virality, vincitori del programma la Pista Rai 1 e attualmente mio direttore artistico. Grazie a lui ho vinto una borsa di studio per entrare in Momacademy a Milano dove studio da circa due anni.

    Quante ore al giorni ti alleni?  

    Gli studi in Accademia iniziano alle 10.00 e finiscono alle 16.00 ma io vado per le 9.00 in modo da allenarmi prima delle lezioni. Rimango fino a sera tardi e il mio rientro a casa è per le 23.30 o a volte anche a mezzanotte.  

    Hai un genere musicale che preferisci ballare?

    Non ho un genere musicale preferito, perché la danza oggi è contaminazione . Ballo un po' su tutto hip-hop , house , commercial, funk, dancehall , elettronica ....  

    Quali sono state le tue esperienze lavorative più importanti?

    Sono stato ospite a Ballando Con le stelle su Rai 1 con il gruppo Momacademy, ho fatto l’assistente coreografo per la cantante Baby-k , il ballerino per il concerto di Laura Pausini Simili Tour San Siro, il ballerino per il  video clip di Fargetta e Sagi Rei - Sing it loud, ho fatto parte del corpo di ballo della trasmissione Top Dj su Italia 1 e di X Factor su Sky, ho partecipato insieme a un gruppo selezionato dal Momacademy al programma Italia's got talent, ho preso parte a diversi spot pubblicitari come quello della Tim Serie A o della Nissan Juke e ho ballato in varie importanti Convention.

    Come è stato esibirsi in TV a “X Factor” o a “Ballando con le stelle”? Quanta adrenalina prima di andare in onda?

    La televisione è sempre stata il mio sogno ed arrivare a ballare negli studi di “X-Factor” e di “Ballando con le stelle” è stato qualcosa di indescrivibile, emozionante! Tutte le volte, 5 minuti prima di entrare, mentre mi riscaldavo, pensavo che non fosse tutto vero e invece poi realizzavo di essere li, su quel palco che guardavo da casa e che sognavo di calcare.

    Adrenalina che non immaginate neanche, a 1000 proprio. Uno dei lavori che mi ha tolto completamente il fiato è stato quando ho ballato sul palco di San Siro per il concerto di Laura pausini - Simili tour . Avere 70.000 persone davanti è stata un'esplosione pazzesca !!! Solo a stare su quel palco con lei e tutto lo stadio in piedi mi bloccava il fiato !!!!  

    Cosa pensa la tua famiglia dei tuoi successi?

    La mia famiglia mi supporta da sempre, hanno sempre creduto in me, infatti se sono qui adesso lo devo solo a loro.  Inizialmente erano spaventati perché avevo appena 17 anni quando lasciai Salemi ma non mi hanno fatto mai mancare il loro appoggio. Sono fieri ed orgogliosi di quello che sto facendo e di ciò che sto realizzando.  

    Prossimi progetti lavorativi?  

    Per il momento sto pensando a studiare e sicuramente farò delle audizioni per lavorare ancora in Tv.  

    Qual è il tuo sogno lavorativo?

    Lavorare come ballerino professionista in Tv e ballare per Rihanna.

    C’è un ballerino al quale ti ispiri?

    Uno in particolare no perché mi piacciono diversi stili, quindi sono più di uno ... però Ivan Spinella, che seguo per diventare il suo assistente, lui è uno che prendo tanto come punto di riferimento perché il suo lavoro è quello che si avvicina a ciò che mi rappresenta.

    Ogni tanto torni a Salemi? Pensi che un giorno aprirai una tua scuola di danza, magari a Salemi?

    Si, ogni tanto torno a Salemi. Penso che un giorno, dopo aver concluso la mia carriera da ballerino (spero mai, solo per età ahahah), poteri aprire una scuola tutta mia e chi lo sa, magari a Salemi.

    Cosa consigli ai giovani che come te dovrebbero lasciare amici e famiglia per andare lontano a cercare fortuna?  

    Noi guardiamo con i sogni, quindi se avete un obiettivo,  un sogno come volete chiamarlo e avete la possibilità di inseguirlo, raggiungerlo, fatelo !!! Non pensateci neanche due volte ... basta essere sicuri e determinati in ciò che si vuole poi il resto vien da se.  

    Vuoi saperne di più su questa notizia? Clicca su "Mi Piace" Castelvetanonews o seguici su Twitter e riceverai prima di tutti le notizie dal Belice

  • Il mercatino dei lettori

    Invia il tuo annuncio

    Dopo aver selezionato l'immagine sarà necessario attendere la conferma, che verrà visualizzata qui in basso

    I più letti