• maxoptical
  • A3 rattan

Discarica a cielo aperto in zona Delia. I residenti: "Comune intervenga. Stop ai rifiuti"

del 2017-01-05

  • Riceviamo e pubblichiamo una lettera di alcuni cittadini con la quale denunciano la presenza di una discarica abusiva nei pressi del lago Delia-Trinità a Castelvetrano.

    I sottoscritti  proprietari in contrada Furonello (ex Regia Trazzera) e di Via Omero a Castelvetrano:

    -      facendo seguito alle note del 18-10-2013 e del num. Prot. 47582 e del verbale del 22-12-2015 num. Prot. 457, dove nessuna risposta è stata data

    SEGNALANO

    la costante presenza di materiale di natura eterogenea, ivi compreso: amianto, copertoni, carta bituminosa, sfabbricidi nonché rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (R.a.a.e.), vetro, plastica, materiale di scarto e di risulta da pulizia di giardini e ristrutturazioni case, etc., e ciò sia sulla strada ex Regia Trazzera - oggi strada comunale -  anzi  indicata – sia sulla Via Omero, a 500 metri dal Paese.

    Dette vie che, come noto, sono urbanizzate e frequentate anche da vari bambini, in pratica, sono divenute da tempo oggetto di una sistematica DISCARICA ABUSIVA, da parte di soggetti ignoti i quali profittando dell’assenza di controlli da parte degli organi preposti, abbandonano ogni sorta di rifiuto, deturpando e inquinando gravemente l’ambiente e il paesaggio. (vedi foto in allegato).

    La discarica ricade proprio in un contesto naturalistico, di fronte il lago Delia-Trinità, a due passi da una riserva naturale, dall’area attrezzata e dal bosco Marcita. Luogo di una bellezza straordinaria per i tramonti e per la natura incontaminata, che spontaneamente si presta a passeggiate in natura, a piedi,  in bici e a gite in barca!

    Attualmente, LUOGO di ‘SPAZZATURA’ per incuria e disinteresse delle Istituzioni nei confronti della Natura. Invece, potrebbe essere una risorsa per ‘noi cittadini castelvetranesi’, una sorta di  grande  ‘polmone verde’!

    E’ pertanto evidente che la presenza di tali materiali in prossimità del centro abitato costituisce un grave pericolo per la salute pubblica per cui

    CHIEDONO

    con la massima urgenza, che vengano eseguite le dovute bonifiche, onde ripristinare lo status quo ante, rendendo salubre la zona, eliminando i rifiuti di cui sopra e ponendo in essere, per il futuro, tutti gli adempimenti e accorgimenti che saranno ritenuti utili al fine di evitare il ripetersi di un tale stato di degrado ambientale. Gli scriventi, sollecitano, anche il corpo della forestale a rendere accogliente la località con la piantumazione di alberi ornamentali ai bordi delle strade suddette al fine di tutelare l’ambiente, il paesaggio e la salute pubblica.

    Distinti saluti.

    I residenti e proprietari dei terreni:

    Vienna Giuseppe, Vienna Salvatore, Martino Giovanna, Curiale Natale, Martino Filippo, Impallari Franca Maria, Bonsignore Giovanni, La Monaca Antonina, Ginevra Felice,Ginevra Enzo, Barbera Giuseppe.

    Vuoi saperne di più su questa notizia? Clicca su "Mi Piace" Castelvetanonews o seguici su Twitter e riceverai prima di tutti le notizie dal Belice