• A3 rattan
  • maxoptical

Folgore sconfitta a Paceco. Buona prestazione dei rossoneri ma la vittoria va ai padroni di casa

di: Comunicato Stampa - del 2017-01-09

Immagine articolo: Folgore sconfitta a Paceco. Buona prestazione dei rossoneri ma la vittoria va ai padroni di casa
  • Vittoria era auspicabile, e vittoria è stata. Al triplice fischio del sig. Giliberto di Pescara, ad esultare sono i rossoargento, che con un rotondo 3-0 vincono lo scontro diretto e l’intera posta in palio, ma quante emozioni nelle due ore precedenti, con una Folgore ben strutturata e mai a corto di idee, la troupe di Mazzara cinica e risoluta ed un’altalena di emozioni.

    Il primo tempo è stato di marca rossonero, con gli uomini di Terranova ad avere il predominio territoriale ed il Paceco a ripartire. Come spesso accade nel calcio, è stata la squadra con la minor percentuale di possesso palla a creare il maggior numero di palle gol, una su tutte un tiro a botta sicura di Testa su suggerimento di Barraco, murato sulla linea di porta da un difensore selinuntino con Iacono già battuto.

    Al 29’ l’episodio che avrebbe potuto far girare il match verso Castelvetrano: contropiede fulmineo degli ospiti con Erbini che brucia di un soffio Fricano in velocità e viene steso con una spallata; Giliberto indica il dischetto, ma Prestia si fa ipnotizzare da Keba (prestazione gigantesca quella del giovanissimo portiere rossoargento).

    Da segnalare nei primi quarantacinque minuti la nota più dolente: all’undicesimo Di Donato si accascia al suolo urlando, gelando il sangue dei 300 spettatori. Per il centrale di Castellammare del Golfo un riacutizzarsi di un problema al ginocchio destro che già lo aveva condizionato nelle ultime settimane.

    Nella ripresa, il volto della partita cambia, con una Folgore che sbatte ancora contro il muro eretto dai locali, ed un Paceco che invece cresce in pericolosità avanzando il baricentro. Al 61’ è Nino Iovino ad incunearsi e a lasciar partire un tiro potente e preciso dai 18 metri che si infila fra Iacono ed il primo palo per l’1-0.

    Due minuti più tardi Erbini è tutto solo davanti alla porta, ma il suo piazzato viene cancellato da Keba, rapido ad accartocciarsi come un gatto alla sua sinistra. A cinque dal termine, il sigillo del bomber: Terranova spara verso Iacono che non trattiene, si avventa Testa per il 2-0. Tre minuti più tardi, è il momento di gloria di D’Aguanno, appena entrato, che da 25 metri marca un “eurogol” che chiude i conti sul definitivo 3-0.

    Con la vittoria odierna, gli uomini di mister Mazzara si issano nuovamente a sei punti sulla più immediata inseguitrice (Riviera Marmi), complice il rinvio per neve a mercoledì 11 gennaio del match fra l’Atletico Campofranco e la squadra di Custonaci.

    A.D. PACECO CALCIO 1976

    Keba (’97), Marino (30’ Iovino), Fricano (’98), Di Donato (11’ Caltagirone (75’

    D’Aguanno) ), Agate, Bognanni, Parisi (K), Scarpitta, Barraco, Terranova, Testa.

    A disposizione: Ernandez, Sillay, Messina (’99), Virgilio (’98).

    Allenatore: Massimiliano Mazzara.

    FOLGORE SELINUNTE

    Iacono (K), Lo Cascio, Cammareri, Accetta ( 78’ Li Causi), Lombardo, Acquaviva,

    Prestia, Comegna, Seckan (J) (70’ Buscaglia (J) ), Erbini (55’ Bono), Falsone (J).

    A disposizione: Signorello (J), Khouaja (J), Scappini (J), Gallina (J).

    Allenatore: Nicola Terranova.

    Arbitro: Sig. Giliberto sez. di Pescara

    Ammoniti: Parisi, Scarpitta, Testa (P); Acquaviva (F)

    Espulsi: nessuno

    Reti: Iovino 61’ (P), Testa 85’ (P), D’Aguanno 88’ (P)

    Spettatori: 300 circa

    Vuoi saperne di più su questa notizia? Clicca su "Mi Piace" Castelvetanonews o seguici su Twitter e riceverai prima di tutti le notizie dal Belice

  • Il mercatino dei lettori

    Invia il tuo annuncio

    Dopo aver selezionato l'immagine sarà necessario attendere la conferma, che verrà visualizzata qui in basso

    I più letti