• A3 - Magie
  • A3 agristore

Salemi, rumori eccessivi da un impianto eolico in c/da Pietrazzi. Venuti ordina alla ditta di intervenire

di: Letizia Lo Iacono - del 2017-12-07

Immagine articolo: Salemi, rumori eccessivi da un impianto eolico in c/da Pietrazzi. Venuti ordina alla ditta di intervenire
  • A6 thun
  • Sono esasperati i residenti di contrada Pietrazzi dove un impianto mini eolico installato dalla società “Sef miniwind S.r.l” con sede a Cesena sta creando molti disagi nella zona. Dopo le rimostranze, con petizioni e segnalazioni quasi giornaliere da parte degli abitanti della contrada, il sindaco Domenico Venuti ha firmato nei giorni scorsi un’ordinanza per sollecitare la ditta “in via cautelativa e con decorrenza immediata al rispetto, nell'impianto di mini eolico, dei valori limite di rumore differenziale di immissione stabiliti dalla vigente normativa al fine di tutelare la salute pubblica nonché il diritto al normale svolgimento della vita familiare all'interno della propria casa di abitazione”. 

    L’impianto mini eolico di potenza pari a 60 kWp, realizzato su un terreno agricolo, dal momento della sua messa in funzione nel maggio scorso avrebbe iniziato a provocare disagi e fastidiosi rumori, come lamentato dai residenti. 

    L’amministrazione comunale ha quindi contattato I'Arpa di Trapani per chiedere la rilevazione e misurazione dell'inquinamento acustico prodotto dall'impianto. Controlli e analisi effettuati nei mesi scorsi e i cui risultati non sono ancora stati comunicati dall’Agenzia regionale per la protezione ambientale. 

    Ma in attesa di conoscere l’esito delle rilevazioni, sono intanto continuate a pervenire molteplici segnalazioni sul rumore derivante dal funzionamento dell’impianto. Da qui la decisione dell’ente locale di adottare tutte le misure necessarie nei confronti della società per risolvere un problema che “pregiudica e minaccia la salute pubblica”. 

    Nell’ordinanza viene richiamata una recente sentenza di Cassazione, secondo la quale in caso di immissioni che superano la soglia di tollerabilità è dovuto il risarcimento del danno alla persona anche in assenza di un pregiudizio alla salute, a condizione che risulti leso il diritto al normale svolgimento della vita familiare e alla libera e piena esplicazione delle proprie abitudini di vita quotidiane.  

    Il sindaco, citando una serie di casi precedenti, precisa che secondo la giurisprudenza amministrativa il superamento dei limiti di rumore anche se non coinvolge l'intera collettività ma singoli cittadini, è sufficiente a concretare l'eccezionale ed urgente necessità di intervenire a tutela della salute pubblica e che il primo cittadino, con provvedimento motivato, può ordinare il ricorso temporaneo a speciali forme di contenimento o di abbattimento delle emissioni sonore, inclusa l'inibitoria parziale o totale di determinate attività con particolare riferimento alle esigenze di tutela della tranquillità e del riposo dei residenti.

    L’ente, che non può operare direttamente e in maniera autonoma per l’immediato abbattimento delle emissioni inquinanti, può quindi imporre alla società in questione di intervenire.

    Vuoi saperne di più su questa notizia? Clicca su "Mi Piace" Castelvetanonews o seguici su Twitter e riceverai prima di tutti le notizie dal Belice

    p1 disponibile