• A 3 Baglio trinità
  • A3 coffe outlet

Offese su Facebook l'ex Sindaco Errante. La vicenda finisce in tribunale. Alla fine arrivano le scuse

di: Redazione - del 2019-03-18

Immagine articolo: Offese su Facebook l'ex Sindaco Errante. La vicenda finisce in tribunale. Alla fine arrivano le scuse

Il 25 dicembre 2016, sulla pagina Facebook di Felice Errante, allora sindaco di Castelvetrano il signor Barresi Rosario commentando gli auguri di Natale formulati dal primo cittadino alla cittadinanza, si lasciava andare in considerazioni diffamatorie, addebitando al sindaco la colpa di non avere ottenuto il pagamento di un credito vantato dalla sua azienda nei confronti del Comune. 

  • A7 spazio disponibile
  • A seguito di presentazione di querela-denuncia il signor Barresi veniva, dapprima prima indagato, poi imputato del reato di cui all’art.595 c.p. (diffamazione).

    In data 14 marzo 2019 si è celebrata innanzi il Tribunale di Marsala la prima udienza del processo a carico di Barresi Rosario, che vedeva Errante come parte offesa.

    I legali di entrambe le parti hanno interposto i loro buoni uffici e l’Avv.Felice Errante a seguito delle scuse e del pentimento manifestato dal Barresi per le ingiuste accuse mosse all’epoca all’indirizzo del querelante, ribadite nel presente comunicato, ha ritenuto di rimettere la querela e di definire i risvolti civilistici in maniera transattiva.

    Il signor Barresi Rosario dichiara: “Preciso di non avere avuto alcuna intenzione di diffamare l’Avv. Errante al quale vanno le mie scuse personali e che ringrazio per aver ritirato le accuse nei miei confronti. Ho agito d'istinto e sotto la pressione dei problemi economici causati dai ritardi di oltre 6 mesi nei pagamenti dell’amministrazione che hanno prodotto enormi difficoltà alla mia società ed in particolare ai nostri dipendenti in coincidenza delle festività natalizie. “

    L’Avv.Felice Errante: “Nonostante ritengo che la giustizia italiana, specie quella penale, debba occuparsi d’altro, sono stato costretto a ricorrere all’unico strumento possibile messo a disposizione di un cittadino per tutelare la propria onorabilità e per ripristinare la verità storica dei fatti. Ogni santo giorno un commentare di turno, a volte qualificato, ritiene di sfogare le sue frustrazioni sul web attribuendo a terzi ogni responsabilità possibile. Mentre nel ruolo di sindaco questo era assolutamente comprensibile, oggi, nonostante non abbia più responsabilità di governo e non faccia più politica attiva, è assolutamente inaccettabile. Internet è diventato il luogo in cui si diffama magari usando un profilo falso, si attribuiscono responsabilità senza conoscere i fatti, si celebrano processi con articoli e commenti, per lo più, deliranti, sconclusionati ed offensivi. Per il caso Barresi non aveva alcun senso che venisse celebrato un processo vero”.

     

    Avv.Claudia Muscarella

     

    Avv.Pietro Palminteri

    Vuoi saperne di più su questa notizia? Clicca su "Mi Piace" Castelvetanonews o seguici su Twitter e riceverai prima di tutti le notizie dal Belice

    p1 stockato