• A3 coffe outlet
  • a3 scuola rotolo

CVetrano, troppi incivili che vandalizzano il Parco delle Rimembranze. Alfano "chiude" i cancelli

di: Elio Indelicato - del 2019-09-11

Immagine articolo: CVetrano, troppi incivili che vandalizzano il Parco delle Rimembranze. Alfano "chiude" i cancelli

E mentre qualche giorno fa un gruppo di volontari cittadini comuni e qualche assessore in tutto anonimato, hanno dato una "pulitina" al Parco delle Rimembranze, in occasione della prossima Fiera della Tagliata, il sindaco Enzo Alfano ha deciso di chiudere al pubblico la Villa Falcone e Borsellino.

  • a7 fratelli clemente
  • Da qualche giorno infatti una grossa catena con tanto di lucchetto è stata collocata nel cancello principale, per evitare l’ingresso anche dei tanti turisti che ogni lunedì lo affollano in occasione del mercatino che si tiene a poche centinaia di metri.

    Per fortuna arriva la chiusura, dicono in molti, perché lo spettacolo che si presentava agli occhi di quest’ultimi era desolante. Centinaia di bottiglie di birra, sparse per tutti i viali, lattine, cartacce, per non parlare degli stessi viali, i quali erano diventati dei veri e propri gabinetti a cielo aperto.

    Recentemente un incendio della folta vegetazione incolta aveva fatto intervenire i Vigili del Fuoco, visto che le fiamme avevano anche interessato parte degli alberi. Ma non era la prima volta che ciò accadeva. All’interno della Villa, esiste anche un campo di bocce, una volta tenuto in discreta efficienza da persone che amavano questo sport, ma adesso inattivo. C’e anche nei pressi della vasca, da anni senza i famosi zampilli, un piccolo edificio, che negli anni settanta ospitava un bar, da tempo vandalizzato, con infissi divelti, con all’interno siringhe e un giaciglio, dove pare qualche sbandata offriva i suoi occasionali servizi.

    Eppure circa un anno fa un gruppo di cittadini si unirono e bonificarono la villa dalle migliaia di bottiglie, anche materassi, sacchetti abbandonati di immondizia che vi era all’interno, ma non molto dopo, la situazione è ritornata critica. Eppure negli anni settanta in molti ricordano le orchestrine che si alternavano sul palco, mentre le famiglie nelle calde serate d’estate si rinfrescavano con le granite che si vendevano nel chiosco.

    Adesso gli ultimi atti vandalici all’ex Villa Garibaldi, come si chiamava una volta, hanno convinto il Sindaco a chiuderla quanto meno in via precauzionale per evitare il perpetrarsi di altri atti vandalici gratuiti.

    Lo stesso sindaco Enzo Alfano spiega: ”Non potevo fare diversamente nell’interesse e per il bene della Villa a noi tutti tanta cara. L’intenzione dell’Amministrazione è quella di poterla dare in gestione attraverso un bando pubblico al quale potrebbero partecipare tutti coloro che hanno a cuore le sorti della stessa, mi riferisco ad associazioni, ditte, potendo aprire il bar, dare dei servizi, organizzare manifestazioni,così come abbiamo fatto per il teatro di Triscina, che è stato riqualificato e ridato con successo alla collettività, grazie ad una buona gestione dello stesso.”

    Non si esclude che presto possa essere indetta una manifestazione d’interesse per sondare come si sul dire il terreno. Intanto il cancello resta chiuso.

    Nella foto il cancello chiuso.

    Vuoi saperne di più su questa notizia? Clicca su "Mi Piace" Castelvetanonews o seguici su Twitter e riceverai prima di tutti le notizie dal Belice

  • h2 gioielleria romano
  • H2 conad
  • A4 non solo sport autunno - inverno
  • a4 - antiche tradizioni
  • A4 Momotaro
  • a4 lisciandra
  • a4-ke idea
  • Il mercatino dei lettori

    Invia il tuo annuncio

    Dopo aver selezionato l'immagine sarà necessario attendere la conferma, che verrà visualizzata qui in basso

    I più letti