• cse a3
  • A3 dottor Gianni catalanotto

"Ti dono la parrucca". Iniziativa del Leo club di CVetrano. Ecco dove è possibile donare

di: Doriana Margiotta - del 2021-04-16

Immagine articolo: "Ti dono la parrucca". Iniziativa del Leo club di CVetrano. Ecco dove è possibile donare

Da molti anni si è sviluppata la consapevolezza che bisogna curare la persona con la malattia e non soltanto la malattia. Nei reparti oncologici, il sostegno a chi sta affrontando questo terribile mostro, passa attraverso diverse iniziative molto importanti, una su tutte, quella di donare una parrucca.

  • scarpinati a7
  • In Italia, la donazione dei capelli non è un tema particolarmente diffuso come in altre parti del mondo, eppure anche nel nostro paese di associazioni a favore di questa iniziativa, ce ne sono.

    Tutto questo va oltre il discorso estetico e si focalizza sulle emozioni delle persone, su quella che può essere l’identità o, più semplicemente, lo star bene con sé stesse, soprattutto in un momento difficile come può essere quello in cui si affronta una situazione difficile ed estenuante.

    Soprattutto per le donne, i capelli possono davvero rappresentare la parte forte, femminile e principale di sé, quella a cui aggrapparsi, dietro cui nascondersi o con cui risplendere.

    La parrucca, dunque, rappresenta una “strategia di fronteggiamento” per dare continuità alla propria immagine corporea: in questo modo si continua a conservare il proprio aspetto conferendo sicurezza personale, in quanto sembra che nulla sia cambiato. Migliorando la qualità di vita del paziente è possibile affrontare con più fiducia la lotta contro la malattia.

    A Castelvetrano, il Leo Club ha lanciato la campagna “Ti dono la parrucca” e la nostra redazione, sempre attenta a promuovere queste importanti iniziative, ne ha voluto parlare con la sua Presidentessa, Alessia Monachella. 

    Come nasce l’idea “Ti dono una parrucca”? 

    “L’iniziativa nasce dal Leo Club Termini Imerese che, mosso dall’esigenza di voler dare voce e attenzione ad una fetta di pazienti che purtroppo oggi rappresenta una quota piuttosto importante, lo scorso anno sociale ha proposto a tutti i Leo club siciliani di collaborare in modo da creare una rete capillare attiva su tutto il territorio regionale. Senza alcune remore l’invito è stato accolto univocamente da tutto il Distretto siciliano che si impegna da ormai un anno a sostenere il progetto sul proprio territorio” 

    Quale è il messaggio dietro questa bella iniziativa?

    “L’obiettivo del progetto è quello di organizzare delle attività che possano supportare i pazienti oncologici sotto ogni aspetto – fisico, psicologico e/o economico – sfruttando qualsiasi possibilità realizzabile per alleviare le loro sofferenze".

    Come può contattarvi, chi vuole donare le proprie trecce di capelli?

    "È sufficiente recarsi presso una delle parrucchierie aderenti al progetto

    Castelvetrano:

    - Mirror Compagnia Della Bellezza (Via Vittorio Emanuele)

    -Lola Parrucchieri e Truccatori (Via Guglielmo Marconi)

    -Donne E Donne (Via XX Settembre)

    -Enzo Coppola i Parrucchieri (Via Marinella)

    -Armando Maria Grazia (Via Agostino Bertani)

    -GB PARRUCCHIERI (Piazza Regina Margherita)

    Campobello di Mazara:

    -Rosy e Ylenia (Via Umberto I)

    -Marchesini Franca (Via Makallè)

    -Tutulus Di Angelo Bonventre (Via Roma)

    -Immagine Donna (Via Luigi Pirandello).

    In alternativa contattando telefonicamente il Presidente del Leo Club Castelvetrano Alessia Monachella al seguente numero: 3931464229

    In futuro, ci saranno altre iniziative del genere?

    “L’iniziativa continuerà per tutto il prossimo anno sociale con l’auspicio di raccogliere una quota di trecce sufficiente a donare più parrucche possibili. Sperando infine che la situazione pandemica possa finalmente volgere al termine, vorremo organizzare altri tipi di attività di sostegno psicologico come corsi di make-up, di cucina o lezioni di fitness”. 

    Ringraziamo la Presidentessa del Leo Club di Castelvetrano, Alessia Monachella per averci dato tutte le informazioni necessarie su questa campagna.  Ci auguriamo che l’adesione a questa importante iniziativa sia accolta da molte donne e che possa crearsi una catena di solidarietà forte e duratura. Qualche giorno fa ho visto una foto di una bambina che donava la sua treccia per questa campagna e ne sono rimasta molto colpita. Far capire alle nostre figlie che un gesto del genere può aiutare un’altra donna a sentirsi meglio e più bella, è una lezione di grande umanità e speranza.

    Purtroppo, questa malattia è una delle più difficili da affrontare, ma grazie, alla prevenzione e alla medicina si sono fatti passi da giganti.

    Il reparto di Oncologia a Castelvetrano è un fiore all’occhiello, e le notizie degli ultimi giorni sul suo declassamento e ridimensionamento hanno creato molta preoccupazione. Ci auguriamo che il nostro nosocomio possa tornare ad essere un punto di riferimento per tutta la comunità belicina.

    Vuoi essere aggiornato in tempo reale sulle notizie dalla Valle del Belìce? Clicca “Mi piace” su Castelvetranonews.it o seguici su Twitter

    p1 villa catalanotto