• cse a3
  • A3 dottor Gianni catalanotto

Agricoltori del territorio preoccupati per inizio della stagione irrigua dopo i problemi dello scorso anno

di: Redazione - del 2021-06-09

Immagine articolo: Agricoltori del territorio preoccupati per inizio della stagione irrigua dopo i problemi dello scorso anno

Inizia la stagione irrigua e la sede periferica di Castelvetrano del Consorzio di Bonifica Agrigento 3 ad oggi non è in grado di poter assicurare una efficiente erogazione del servizio. Gli agricoltori del territorio sono ben informati sui tanti guasti, anche di una certa gravità, che riguardano sia gli snodi principali che le linee secondarie delle condotte irrigue.

  • scarpinati a7 giugno
  • Alle problematiche strutturali si aggiunge una preoccupante carenza di personale del tutto insufficiente ad oggi a gestire gli oltre 9000 ettari di superficie irrigua di competenza del Consorzio.

    Gli operatori del comparto olivicolo, ma anche quello viticolo e orticolo non nascondono una certa preoccupazione per l'imminente inizio della stagione irrigua memori delle gravi difficoltà riscontrate lo scorso anno.

    Un grido di allarme che porta la firma anche del presidente dell’Asprol Selinunte Francesco Marino,del consigliere comunale Enza Violas e di Nicola D’Aguanno, presidente della Consulta agricola.

    Gli stessi chiedono, si legge in una nota: ”L'immediato ripristino delle strutture per la distribuzione idrica ai fini irrigui, un adeguamento in termini di forze lavoro con l'immediato inserimento di un numero maggiore di unità lavorative al fine di garantire l'efficienza del servizio e l'immediato intervento in caso di guasto con copertura almeno fino a fine novembre, l'approvazione della tanto attesa riforma dei Consorzi di Bonifica per mettere ordine ad un ente strategico per la gestione del territorio”.

    Gli stessi confidano in una pronta risposta da parte dell'Assessore alle Risorse Agricole che ben conosce la situazione dell'ente di Bonifica e auspicano: ”Anche che nel nostro territorio possano effettuarsi quegli stessi investimenti economici che hanno avuto luogo nella Sicilia orientale.”

    Solo due dipendenti a tempo determinato, pare che questo sia il numero delle unità, non può far certo dormire sonno tranquilli per cui si attende una risposta da parte dell’assessore Tony Scilla e del Direttore del Consorzio di Bonifica.

    Vuoi essere aggiornato in tempo reale sulle notizie dalla Valle del Belìce? Clicca “Mi piace” su Castelvetranonews.it o seguici su Twitter

    p1 villa catalanotto