• A3 dottor Gianni catalanotto
  • cse a3

Scarichi fognari a Selinunte. Partiti gli accertamenti di Capitaneria e Polizia Municipale

del 2021-08-17

Immagine articolo: Scarichi fognari a Selinunte. Partiti gli accertamenti di Capitaneria e Polizia Municipale

Dopo la denuncia del presidente dello Yachting club di Marinella di Selinunte,l’avvocato Eugenio Brillo, sullo sversamento di acqua nera, probabilmente da condotte fognarie a monte, sulla banchina in fase di completamento del porto di Marinella sono arrivati i tecnici del Comune assieme all’ingegnere Stefano Mistretta anche nella qualità di assessore.

  • scarpinati a7 giugno
  • Da quando l’originaria banchina si è collassata, scendendo quasi sotto il livello del mare, sono affacciati in piu punti degli sversamenti di acqua nerastra che escono copiosamente dal terreno argilloso e in un caso si nota anche un tubo di plastica che, probabilmente decenni fa, era stato collocato per uno scarico direttamente a mare.

    Ci sarà da accertare se trattasi o meno di scarichi abusivi. Fatto sta che i miasmi sono sotto il naso dei turisti, dei residenti e, soprattutto, dei pescatori che devono convivere con questa situazione in un ristretto specchio di acqua dello stesso porticciolo in parte occupato da tonnellate di alghe. Il presidente dello stesso Yachting club che, raccoglie decine di soci con piccole barche da diporto da anni, denuncia la precarietà dello stesso porto dove per ora sono in corso dei lavori di riqualificazione della banchina di terra, grazie ad un finanziamento Patto per il Sud.

    Le somme stanziate sicuramente non basteranno a completare i lavori, visto che dovrà essere approvata una variante (dall’Impresa fanno sapere che ci sono stati dei calcoli non rispondenti alle opere quali, per esempi, quelle di consolidamento che sono state fatte. Tornando al problema principale, subito dopo ferragosto, si ritornerà sul posto, probabilmente con un piccolo escavatore, per avere contezza precisa da dove arrivano questi scarichi che si immettevano a mare senza tanto “clamore” e poco visibili.

    L’impianto di sollevamento delle acque fognarie che, dalle vicine vasche finisce al depuratore, dicono dal Comune funziona, per cui non si può parlare da sversamento da sovrappieno.

    E allora bisogna fare una serie di accertamenti ben precisi e forse se ne potrà sapere di più subito dopo ferragosto, anche se, probabilmente, dovrà esserci anche la presenza della Capitaneria di Porto competente nelle aree portuali.

    Vuoi essere aggiornato in tempo reale sulle notizie dalla Valle del Belìce? Clicca “Mi piace” su Castelvetranonews.it o seguici su Twitter

    p1 villa catalanotto