• A3 dottor Gianni catalanotto
  • cse a3

"Al Comune di CVetrano noi imprenditori non chiediamo assistenzialismo ma programmazione e ascolto". Intervista a Nicola Clemente

di: Redazione - del 2020-06-27

Immagine articolo: "Al Comune di CVetrano noi imprenditori non chiediamo assistenzialismo ma programmazione e ascolto". Intervista a Nicola Clemente

In un articolo del "Sole 24 Ore" di qualche giorno fa, si analizza il ruolo dell' imprenditore locale post Covid- 19. Una figura che è completamente cambiata sul piano culturale e che ha dovuto fare i conti con la crisi scaturita dalla pandemia.

  • scarpinati a7
  • Negli ultimi anni si è consolidato un piccolo esercito di medie imprese che ha conquistato il mercato internazionale e che anche durante la grave crisi ha avuto un andamento in contro tendenza, frutto di investimenti in innovazione e nel miglioramento del capitale umano.

    La figura dell'imprenditore locale ha un nuovo schema di valori e di preferenze. Il Covid - 19 ha però rimescolato i destini dello sviluppo locale e dell'economia italiana, costringendo gli imprenditori locali a creare una nuova metodologia imprenditoriale, fatta di molte incertezze con le quali si dovrà fare i conti anche nei prossimi anni.

    Sarà una sfida ancora più impegnativa perchè l'imprenditoria è il fulcro della nostra economia. Del ruolo dell'imprenditoria locale e della ripartenza economica ne abbiamo parlato con Nicola Clemente, poliedrico imprenditore di Castelvetrano, che insieme al fratello è propritario di diverse attività economiche nella nostra città.

    Come sta andanndo la ripresa dell'attività turistica?

    «L'hotel "Fratelli Clemente" ha compiuto un anno lo scorso 14 aprile e in occasione di questa ricorrenza volevamo organizzare qualche evento speciale, ma dato gli ultimi avvenimenti, abbiamo deciso di rimandare. La struttura ricettiva é il fiore all'occhiello delle nostre attività, ma la riapertura non è stata facile perchè il settore turistico è stato molto danneggiato dal lockdown.

    Stiamo puntando su un turismo regionale grazie a dei pacchetti che comprendono la SPA e il centro estetico. Questi tipi di promozioni attirano molto l' attenzione dei turisti siciliani. Noi abbiamo anche una caffetteria, e anche quel settore è stato fortemente penalizzato. Inoltre la riapertura delle attività è avvenuta in prossimità dell'estate, stagione in cui Castelvetrano si svuota quasi completamente, e questo è un altro aspetto da non sottovalutare.

    Negli anni passati i mesi estivi erano un periodo in cui si pensava a fare qualche lavoro di ristrutturazione in previsione della ripartenza a settembre. Quest'anno non sarà così perché le casse sono vuote.

    La festa di San Giovanni è stata per decenni l'ultimo avvenimento prima della stagione estiva, che attirava migliaia di persone, facendo lavorare molte attività commerciali. Da qualche anno purtoppo non è più cosi' e questo ha penalizzato fortemente i commercianti locali. Io faccio l' imprenditore da molti anni e quello che si chiede all' amministrazione pubblica non e' assistenzialismo, ma realizzare dei progetti che diano alla citta' la possibilita' di crescere economicamnte per il bene di tutti.

    Le faccio un esempio. Le famose giornate del FAI, in cui l' ingresso al Parco Archeologico di Selinunte e' gratis, potrebbero comprendere anche i monumenti della citta' di Castelvetrano, le sue innumerevoli chiese e i palazzi storici. Abbiamo un patrimonio culturale inestimabile e non sappiamo valorizzarlo. Solo con le visite guidate e i tour per il centro, l'economia di questo paese potrebbe lentamente ripartire.

    Le colpe di chi ha amministrato in passato le conosciamo tutti, ma oggi dobbiamo cambiare rotta e concentrarci sul futuro, con una politica del fare. Sappiamo bene che le casse comunali sono vuote, ma se l'Amministrazione desse piu' spazio ai commercianti che hanno sempre delle idee nuove, potrebbe essere un passo verso la giusta direzione, sempre nel pieno delle regole.

    Spesso mi chiedo: "Perche' la gente dovrebbe venire a Castelvetrano?" Io amo la mia citta' e ho investito tantissino in questo territorio con le mie attivita', ma manca tutto. Mancano i servizi e i trasporti, che sono il  biglietto da visita di una citta'. Un turista che viene da noi e' lasciato solo senza nessun punto di riferimento. Tutto questo e' avvilente»

    Il settore edile, altra attivita' di cui la sua famiglia si occupa, come sta andando? Sono ripresi i lavori nei cantieri?

    «Nel comparto edile siamo gia' alla quarta generazione, e anche questo settore, che era gia' in crisi da molti anni, con lo stop dato dal coronavirus ha avuto il colpo di grazia perche' i cantieri si sono dovuti fermare. Alcuni di questi erano a Triscina, la nostra martoriata Triscina. E' dimenticata da tutti, con la giusta progettualità potrebbe diventare un bellissimo posto balneare, invece l'unica cosa a cui si e' pensato e' stato quello di abbattere le case abusive.

    Premetto che sono per la piena legalita', ma si poteva ,secondo il mio parere, agire diversamente. Si poteva fare una sanatoria e obbligare i cittadini non in regola a pagare le tasse. Sarebbe stato un bel ritorno economico per le casse comunali. Hanno abbattutto le case a macchia di leopardo, creando solo malcontento ma la contrada balneare non ne ha tratto nessun giovamento.

    Ho viaggiato tanto nella mia vita ed e' inevitabile fare un paragone con la nostra citta', e sono arrivato alla conclusione che la fonte di ogni nostro problema e' la nostra politica. Chi fa politica dovrebbe avere soprattutto onesta' culturale, doverbbe essere a servizio della comunita', ma putroppo non e' cosi»

    Gli incentivi statali, come l' Ecobonus 2020, sono sufficienti per ripartire?

    «E' sicuramente una buona soluzione, che io ho preso in considerazione fin dall' inizio. Potrebbe essere una soluzione ottimale se ben utilizzatata, che potrebbe portare dei benefici economici al nostro territorio, ma con una burocrazia piu' snella che renda i tempi di realizzazione piu' veloci.

    Se penso a quello che hanno realizzato i miei genitori molti anni fa, mi rendo conto che se lo avessimo fatto oggi sarebbe stato troppo difficile, quasi impossibile. Di questi tempi avere e' un danno, non avere un privilegio».

    Cosa significa fare l' imprenditore oggi? Vorrebbe che i suoi figli seguissero le sue orme?

    «Un buon imprenditore deve essere come un buon padre di famiglia, cioe' ottimizzare i guadagni, sapere affrontare tutte le spese e cercare di bilanciare le entrate e le uscite. E' un' impegno continuo che non conosce orari o giorni di riposo. Io lavoro 7 giorni su 7 senza nessuna certezza e senza l' aiuto di nessuno.

    Se i miei figli dovessero decidere di fare il mio stesso lavoro ne sarei felice dal punto di vista affettivo, ma dal punto di vista razionale consiglierei loro di fare altro nella vita. Ovviamente se decidessero di lavorare nelle aziende di famiglia sarebbe per me motivo di orgoglio. Spesso gli imprenditori vengono demonizzati perche' sono visti come degli sciacalli che sfruttano il sistema economico, ma non e' assolutanente cosi'.

    Il nostro paese e' fatto di imprenditori capaci che tengono alta la bandiera italiana nel mondo. Io non voglio colpevolizzare nessuno, ma la pubblica amministrazione deve avere una visione di propsettiva, essenziale per far crescere e valorizzare una comunita' Io oggi sono quello che sono grazie alla mia famiglia e a mio fratello con cui lavoro.

    Grazie ai miei genitori che hanno creduto in noi e ci hanno lasciato fare, abbiamo potuto realizzare molteplici attivita'. Siamo soddisfatti del lavoro che facciamo anche se con tanti sacrifici».

    La redazione ringrazia per la sua disponibilità l' imprenditore Nicola Clemente che ha voluto condiviere con noi le sue idee sul futuro economico di questa citta'. Castelvetrano ha bisogno di persone come il signor Clemente e la sua famiglia, che credono nelle potenzialita' di questo territorio, nonostante tutte le difficolta' che  presenta.

    Vuoi essere aggiornato in tempo reale sulle notizie dalla Valle del Belìce? Clicca “Mi piace” su Castelvetranonews.it o seguici su Twitter

  • clemente edilizia h2
  • H2 conad
  • A4 DISCOUNT DELLA CERAMICA
  • a4 autoservizi salemi
  • non solo sport maggio 2020
  • Giocondo - a4
  • a4 lisciandra
  • noto tipografia
  • a4-ke idea p
  • pierrot
  • a5 spazio disponibile
  • Il mercatino dei lettori

    Invia il tuo annuncio

    Dopo aver selezionato l'immagine sarà necessario attendere la conferma, che verrà visualizzata qui in basso

    I più letti

    p1 villa catalanotto