• cse a3
  • A3 dottor Gianni catalanotto

"Dai mastelli con tag a CVetrano nessuna violazione della privacy. Ancora 1.500 le utenze 'fantasma'"

di: Redazione - del 2021-06-18

Immagine articolo: "Dai mastelli con tag a CVetrano nessuna violazione della privacy. Ancora 1.500 le utenze 'fantasma'"

“Una nostra stima, basata anche sui sacchetti che ancora si vedono esposti, ci porta a dire che possa trattarsi ancora di circa 1.500 utenze, più o meno, che sarebbe bene si affrettassero al ritiro perchè il tempo sta per scadere.”

Allegati

  • scarpinati a7 giugno
  • Questo è quanto dichiara la Sager, la ditta incaricata del servizio di raccolta rifiuti a Castelvetrano, raggiunta dalla redazione di Castelvetranonews in merito alle famiglie/utenze che ancora non hanno provveduto a ritirare i nuovi mastelli. La raccolta differenziata continua a procedere positivamente, malgrado i banchi di rifiuti per le vie della città che certi sporcaccioni non smettono di abbandonare.

    Nelle settimane scorse, sono state ricevute dalla nostra redazione diverse segnalazioni da parte di cittadini ancora titubanti sui mastelli, in quanto considerati come lesivi della privacy. Nulla da temere, secondo quanto ha dichiarato alla nostra redazione la Sager.

    “Abbiamo già ribadito più volte che la distribuzione dei mastelli non si propone alcuna funzione di controllo, - fanno sapere dalla Sager - ma risponde ad un servizio universale: dotare ogni produttore di rifiuti delle attrezzature per un conferimento consono con un adeguato livello di decoro della Città.

    In quanto ad eventuali problemi di privacy, si tratta all'evidenza di un pretesto, perchè il Garante per la Protezione dei Dati Personali (GPDP) si è pronunciato sin dal 2005 sulla questione della tracciabilità dei conferimenti tramite codici a barre, o microchip e similari, concludendo per la legittimità della stessa, specificando altresì le regole che vanno seguite nel successivo utilizzo e che noi seguiremo. Mettiamo a disposizione il parere del Garante. (che trovate allegato a questo articolo).”

    "I tag sui contenitori - continuano dalla Sager - hanno valore statistico e premiante: non danneggiano la riservatezza nè personale né familiare, non viene identificata la marca dei prodotti usati o il tipo di cibo più o meno pregiato o di scarsa qualità che si utilizza. La raccolta differenziata ha solo a che fare con l’ordine, ossia: carta con carta, organico con organico, plastica con plastica etc..".

    Occorre precisare che la polizia municipale sta cercando di individuare gli irredimibili che continuano ad abbandonare selvaggiamente rifiuti non differenziati, grazie anche alle segnalazioni di tanti cittadini. Il conferimento dei rifiuti non differenziati in piattaforma, comporta delle multe per il comune, che si ripercuotono su tutti i castelvetranesi. Crediamo che nessuno vorrebbe pagare per un errore altrui.

    Vuoi essere aggiornato in tempo reale sulle notizie dalla Valle del Belìce? Clicca “Mi piace” su Castelvetranonews.it o seguici su Twitter