• cse a3
  • A3 dottor Gianni catalanotto

La forza dell’amore a distanza contro le difficoltà legate al Covid. Da CVetrano a Firenze quando l’amore è anche resilienza. Storia di Lorenza e Gianni

di: Redazione - del 2021-06-06

Immagine articolo: La forza dell’amore a distanza contro le difficoltà legate al Covid. Da CVetrano a Firenze quando l’amore è anche resilienza. Storia di Lorenza e Gianni

La quarantena forzata cui siamo stati costretti negli ultimi tempi a causa del Coronavirus ha forzato la convivenza  nelle stesse mura 24 ore su 24 di coppie non più abituate a questa situazione e tutto questo, in certi casi, ha avuto degli effetti sulla relazioni amorose non sempre positivi.

  • scarpinati a7 giugno
  • Se da un lato questa situazione ha creato dissidi, dall’altro è stata un vero banco di prova per tante coppie che hanno dovuto superare non pochi ostacoli per alimentare i loro sentimenti spesso con migliaia di km di distanza. 

    Una bella storia di cui vi parliamo oggi è quella di due giovani castelvetranesi Lorena e Gianni, 25 anni e 30 anni rispettivamente, con domicili diversi: Castelvetrano per Lorena e Firenze per Gianni, dipendente di un'azienda del posto. La giovane coppia ha voluto lanciare un messaggio alle tante coppie che, come loro, sono costrette a viaggiare  e vivere la loro relazione sentimentale a distanza.

    “Oggi vorremmo raccontare l'amore ai tempi del Coronavirus. In particolare, basandoci sulla nostra relazione  vorremmo dare un suggerimento a quelle coppie in crisi, in difficoltà, a quelle coppie che vogliono buttare via una storia di tanti anni alle spalle solo per mancanza di comprensione o paura di adeguarsi...  Quanti cambiamenti in questi anni, il covid ci ha stravolto proprio la vita.

    Veniamo da una storia di un anno, una storia nata in questo periodo, un periodo fatto di tensioni, ansie e paure, soprattutto paura di perdere le persone alle quali si tiene, proprio come è successo a noi.

    Un caos totale, aerei presi al volo, treni ad alta velocità, sguardo sui biglietti di viaggio, chat e videochiamate. Tutto questo in attesa di vedersi ancora con la consapevolezza che la quarantena fosse giunta al termine. 

    Quelle chat e quelle immagini provavano a colmare la mancanza dell’altro. Solo così si poteva chiudere quella finestrella di tristezza che era in noi.   

    La distanza alla lunga può compromettere un legame, l’angoscia come l'ansia gioca brutti scherzi e fa sprofondare i partner in pensieri malsani, ma alla domanda "Si può stare insieme senza stare insieme?", noi rispondiamo di sì.

    Rispondiamo di si, perché quando la coppia non è in prossimità di una crisi e si vuole bene veramente non esistono impedimenti, solo chi ha la voglia e la pazienza di aspettare riesce ad avere una relazione a distanza perché, come si sul dire, le cose belle hanno il passo lento e vale la pena rischiare e aspettare, la distanza non sempre distrugge ma può anche rafforzare il rapporto. 

    La normalizzazione sta arrivando, quindi tenete duro, la vita è breve e bisogna viverla al massimo, accantonate le ostilità, mettete da parte l'orgoglio.  Apprezzate ciò che avete e siate felici.”

    Vuoi essere aggiornato in tempo reale sulle notizie dalla Valle del Belìce? Clicca “Mi piace” su Castelvetranonews.it o seguici su Twitter

    p1 villa catalanotto