• A3 dottor Gianni catalanotto
  • cse a3

Lettera aperta agli stakeholder locali, artefici e guida della transizione socio economica di Castelvetrano Selinunte

di: Comunicato Stampa - del 2020-03-25

(ph. Baldo Genova)

Destinatari sono gli stakeholder locali in quanto portatori di specifici interessi nel generale mondo produttivo,socio economico ed istituzionale della Citta’ di Castelvetrano Selinunte: i rappresentanti delle Associazioni di categoria ( Industriali, costruttori, artigiani, commercianti) , operatori della cultura e dello spettacolo, operatori del turismo ( alberghi, B& B, agriturismi ), mondo della cooperazione , agricoltori (coldiretti, confagricoltura,cia, ecc ), professionisti ( confprofessioni, ordini ) , organizzazioni sindacali (Cisl,Uil,Cgil, ecc ), i rappresentanti delle Banche presenti in Citta’, centri comunali CAF , i CapiGruppo del Consiglio Comunale, Poste Italiane spa, altre Istituzioni presenti in loco. 

  • clemente edilizia a7
  • Un’idea operativa : istituire una task force anticrisi allestendo un tavolo operativo tra Organi Istituzionali Comunali ( Amministrazione e Capigruppo Consiliari ) e le Associazioni e le Confederazioni Socio-Economiche e Produttive della Citta’ , ed una cabina di regia in grado di monitorare le situazioni di crisi sociali,aziendali e territoriali, ed elaborare e condividere proposte da porre all’attenzione del governo centrale e regionale, facendo sistema tra noi tutti addetti alla responsabilita’ del mondo produttivo ed economico , prendendo atto che lo stato del dichiarato dissesto finanziario della nostra Citta’ ci reca un problema aggiuntivo , attivandoci, pertanto, tutti insieme a formulare proposte necessarie ed urgenti .  La malattia pandemica , se perdurante, eliminera’ i piu’ fragili , e noi lo siamo ; servono , pertanto, risposte fuori dagli schemi in un territorio come il nostro che ha bisogno di immediata liquidita’ , e quindi di misure straordinarie in tempi straordinari.

    Questa e’ una crisi , non finanziaria non come quella dell’anno 2008 che e’stata una crisi strutturale finanziaria; nostri cari concittadini e stakeholder tutti , la domanda prima o poi ripartira’ , ed i settori produttivi prima o poi riprenderanno a vivere e ritorneranno ad essere nuovamente determinanti e vitali . Lo shock della nostra economia locale si spera possa essere limitato nel tempo !

    Le domande che assillano le nostre menti in questi giorni : come funzionera’ il sistema produttivo locale quando ripartira’ ? oggi quali sono le preoccupazioni degli operai, degli autonomi, dei professionisti della nostra citta’ ? quando le imprese locali ripartiranno avranno bisogno immediato di liquidita’ e come ricercarla con interventi straordinari e veloci ? e fino a che punto il ceto bancario locale allentera’ i requisiti per concedere credito alle imprese produttive in una citta’ come la nostra caratterizzata da una bassa bancabilita’ ? come arginare e difendersi dalla probabile ristrettezza creditizia da parte del sistema bancario locale ? quali alternative e soluzioni creditizie suggerire ai nostri cittadini in questo momento storico ? come arginare le difficolta’ delle nostre famiglie ? come combattere questa crisi nella crisi che la nostra Citta’ attraversa ormai da anni ? non si dimentichi che il nostro territorio belicino avra’ un’estate di alta e grave siccita’ a causa dell’assenza delle piogge invernali , che accadra’ prossimamente ? il virus anche nella nostra Citta’ di Castelvetrano Selinunte ha riportato il turismo all’anno zero, che fare adesso ? 

    Permetteteci solo uno stralcio sintetico della situazione disastrosa del settore turistico-alberghiero : tutti gli alberghi, B&B, agriturismi sono chiusi, cosa mai accaduta ; le vacanze di Pasqua ed i ponti di Primavera sono saltati, le prenotazioni per l’estate sono al palo, ed il business delle vacanze estive si prepara i conti con una traversata nel deserto da incubo. In un solo mese la meta’ dei ricavi dell’anno 2020 sono stati bruciati. Pertanto, per le PMI del nostro territorio e’ emergenza liquidita’ !

    L’emergenza sanitaria , soprattutto per le PMI, si sta trasformando in un’emergenza di liquidita’ che rischia di mandare al tappeto la spina dorsale dell’economia locale : nelle prossime settimane alle PMI della nostra citta’ serviranno tanti capitali terzi ; lo stop delle attivita’ economiche causera’ un forte ritardo nei tempi d’incasso e nel pagamento delle fatture, e poi un aumento considerevole dei crediti di cui una parte con molta probabilita’ diventeranno subito pressocche’ inesigibili .

    Tutti gli scenari possibili vedono aumentare l’esigenza di liquidita’ delle aziende, schiacciate sempre piu’ dall’aumento dei tempi d’incasso, insieme ad una non proporzionale compensazione dei tempi di pagamento verso i fornitori e quindi una probabile scontata riduzione del fatturato . Le misure per compensare l’improvvisa carenza di liquidita’ nel sistema delle PMI vanno prese immediatamente perche’ gli effetti possono essere molto veloci ed alcune imprese sono piu’ vulnerabili. Poi, la moratoria sulle rate dei mutui aiuta sicuramente ma non risolve il problema urgente del capitale circolante che in molte imprese si dilatera’ nei prossimi mesi . Il ricorso alla cessione dei crediti su piattaforme digitali , che in questo momento operano al 100% in smart working, potrebbe – per esempio – fare parte delle tante soluzioni che in questo momento vanno consigliate di attivare alle nostre imprese locali .

    Per tutte le cose sopradette , e per questo quadro economico socio produttivo locale totalmente distrutto dall’emergenza coronavirus, nostri cari stakeholder locali e rappresentanti tutti dei gruppi del Consiglio Comunale, necessita un’azione coordinata per istituire subito un’altra unita’ di crisi , ma questa non per gestire l’emergenza sanitaria, ma per creare tutti insieme le nuove condizioni con le quali dovra’ ripartire il territorio socio-economico della nostra citta’, preparandoci – prima di altri – all’uscita dall’emergenza Coronavirus, o meglio da quella che rischia di trasformarsi in una crisi economica reale mai vista prima .

    Una task force che dovrebbe vedere la luce nei primi giorni di aprile; il Sindaco e gli Assessori alla Rigenerazione Economica, alla Rigenerazione Urbana, alle Politiche Sociale e Familiari , convocheranno i Rappresentanti Generali del mondo Produttivo,Sociale,Sindacale,Professionale,Associativo,nonche’ i Rappresentanti dei Gruppi Consiliari  ; nell’elaborazione di questa sfida progettuale l’Amministrazione potrebbe avere al proprio fianco un Docente Universitario di Economia .

    L’operativita’ della costituenda unita’ di crisi avverrebbe unicamente e rigorosamente in video conferenza ed i contatti e le programmazioni per il tramite della Segreteria del Sindaco, e presso la quale iniziare a fare pervenire sin da subito Vostri  tutti i Vostri suggerimenti ed idee ( sindaco@comune.castelvetrano.tp.it ) ; inizieranno, secondo un programma da redigere in calendario,le video riunioni con i rappresentanti delle Associazioni di categoria : industriali, costruttori, artigiani, commercianti, operatori della cultura e dello spettacolo, operatori del turismo (alberghi,B&B,agriturismi ) , mondo della cooperazione, agricoltori ( coldiretti, confagricoltura,cia, ecc ) , professionisti ( confprofessioni, ordini ) , organizzazioni sindacali ( Cisl,Uil,Cgil,ecc ) , i rappresentanti delle Banche presenti in Citta’, Poste Italiane spa, Centri Comunali CAF, i Rappresentanti dei Gruppi Consiliari, altre Istituzioni presenti in loco delle Amministrazioni Regionale e Statale.

    Il Sindaco e gli  Assessori  consulteranno tutti nessuno escluso ; in un lungo giro di colloqui telematici  che entro la fine del mese di aprile dovrebbe portarci a definire un Dossier AntiCrisi, una sorta di Carta Costituzionale di Rinascita del mondo produttivo e sociale locale con strategie di rilancio, piani industriali di rinascita, e soprattutto piani di accesso ad incentivi pubblici, che si spera possano essere copiosi : un Dossier che avra’ una parte generale e capitoli speciali dedicati  ai diversi settori produttivi . A Voi , Stakeolder Locali e Rappresentanti dei Gruppi del nostro Consiglio Comunale, chiediamo adesso il Vostro pieno coinvolgimento in questa Rinascita e Ricostruzione ampiamente partecipativa , e di farvi subito avanti . Convocheremo il sistema produttivo per fare il punto del disastro dell’economia reale del nostro territorio registratosi a seguito dell’emergenza coronavirus, e costituiremo tutti insieme una cabina di regia che lavori sulle strategie, sulla ricostruzione del tessuto produttivo e socio economico, e pensi sin da subito a quali migliori azioni da adottare.

    L’Unita di Crisi avra’ il compito di individuare su quali fronti indirizzare ed orientare la CURA SELINUNTE CASTELVETRANO, e soprattutto ricercare le risorse ( finanziarie,bancarie,regionali,nazionali,europee ) a sostegno della rifondazione economica e sociale della Citta’.

    Nel corso dei video colloqui si chiedera’ ai rappresentanti generali degli assets produttivi della Citta’ di elaborare sintetiche, concrete, misurate e realizzabili proposte economiche , sociali, culturali e finanziarie, accompagnate da note ed elaborati, nonche’ suggerimenti per la creazione e l’istituzione di nuovi organismi partecipativi alla rinascita economica della citta’, assolutamente snelli,utili e sostenibili, da un’eventuale Consulta Comunale per lo Sviluppo Economico, il Lavoro e le Attivita’ Produttive, comprendente quasi tutti i settori produttivi della citta’ , ad altre federazioni , pur sempre rappresentative del tessuto economico del territorio, al fianco degli Organi Istituzionali Comunali.

    Nel corso dei prossimi giorni verranno avviati i contatti con gli attori individuati per potere dare subito inizio alle sopracitate consultazioni , finalizzate a creare una task force ed un’Unita’ di Crisi per la ricerca di fonti e risorse con una cabina di regia che vede al fianco degli Organi Istituzionali Comunali tuttinsieme attorno allo stesso tavolo , al momento video conferenziale, i rappresentanti generali degli assets produttivi e sociali della citta’ di Castelvetrano Selinunte.

    Il Comune di Castelvetrano, per il tramite di questa Unita’ di Crisi ( Aziendali, Settoriali, Territoriali ) , ed in collaborazione con Invitalia e con l’Ente Nazionale del Microcredito, potra’ organizzare un piano di incontri tecnici per fare conoscere alle aziende/PMI gli strumenti di agevolazione e di incentivo ai progetti di investimento e di rinascita dell’Area di Crisi Economica – Produttiva  - Sociale del Comune di Castelvetrano Selinunte ( Resto al Sud – Microcredito Rurale – Famiglia Prima Impresa – Yes StartUp – ecc ) . Abbiamo tutti insieme la possibilita’ ed anche la capacita’ di realizzare qualcosa di straordinariamente storico per il rinascimento socio economico della nostra amata Citta’.Ad ognuno di Voi , Rappresentanti Istituzionali e Stakeholder , chiediamo un tassello prezioso alla ricostruzione socio economica della Citta’, in questo  progetto ampiamente partecipativo. E’ possibile andare avanti tutti insieme ; non ci importa quanto questo possa sembrare impossibile !

    IL SINDACO DELLA CITTA’ ENZO ALFANO         

    L’ASSESSORE ALLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE BIAGIO VIRZI’

    Vuoi essere aggiornato in tempo reale sulle notizie dalla Valle del Belìce? Clicca “Mi piace” su Castelvetranonews.it o seguici su Twitter

    p1 villa catalanotto