• cse a3
  • A3 dottor Gianni catalanotto

Progetto di Legambiente Sicilia per tutelare riserve naturali: Domenica 17 Ottobre visita al Castello della Pietra e Flash mob

di: Comunicato Stampa - del 2021-10-12

Immagine articolo: Progetto di Legambiente Sicilia per tutelare riserve naturali: Domenica 17 Ottobre visita al Castello della Pietra e Flash mob

Quella di Domenica sarà la seconda tornata di raduni organizzati da Legambiente Sicilia nell'ambito del progetto  per tutelare la biodiversità e proteggere il 30% del territorio e del mare entro il 2030.  Saranno sei gli appuntamenti in contemporanea per scoprire nuovi siti naturalistici con escursioni e visite guidate: Scala dei Turchi, Realmonte(Ag); Capo Feto Mazara del Vallo-Petrosino; Bosco di Sperlinga, Sperlinga (En); Monte Mimiani, Caltanissetta; Contrada Serravalle, Brolo,Bronte (CT)-Troina(EN); Castello della Pietra e Vallone di Zangara, Castelvetrano (TP).  

  • scarpinati a7 giugno
  • Il Circolo Legambiente Crimiso di Castelvetrano, in collaborazione con il Circolo Valle del Belice e l'associazione P.A.-Prima Archeologia di Partanna, curerà il raduno dei partecipanti fissato alle ore 10,30 presso il Baglio Vecchio (37°38'38"N-12°53'00"E). E' consigliato un abbigliamento adeguato, scarpe dalla suola scolpita e bastone. 

    Il sito del “Castello della Pietra” e del canyon “Vallone Zangara” ricade nel territorio del comune di Castelvetrano (TP), in prossimità del fiume Belice, riveste un interesse straordinario per la stratigrafia geologica e per la ricchezza del paesaggio naturale (flora e vegetazione, fauna vertebrata, ecc.).

    Il sito è stato abitato  in età preistorica, sul pianoro isolato si trovano tracce di mura che hanno fortificato questa parte e dato all’area il nome Castello della Pietra; l’area è stata utilizzata come riserva di caccia dai signori di Castelvetrano;   

    La vegetazione della macchia mediterranea, scomparsa quasi ovunque nel territorio circostante, è ampiamente rappresentata e contribuisce a rendere il sito di notevole interesse geologico, naturalistico e archeologico anche perché non interessato da antropizzazione da alcuni secoli; nel vallone è inoltre presente una roverella plurisecolare, inserita nell'elenco degli alberi monumentali della Sicilia.

    Molti dei materiali archeologici provenienti da quest’area sono conservati nel Museo della Preistoria del Belice a Partanna.   

    Come in analoghe manifestazioni precedenti è opportuno che i partecipanti si prenotino e, per abbreviare gli adempimenti propedeutici al flashmob, si presentino al raduno con dichiarazione liberatoria già compilata e sottoscritta;

    Per ogni ulteriore informazione e/o chiarimento si invita  a contattarci  ai numeri di seguito riportati, cui sarà possibile anche  inviare la dichiarazione liberatoria tramite messaggio whatsapp:

    - 3286528563 (Salluzzo) - 3332383372 (Caradonna) - 3493792187 (Di Bella ) - 3206188090 (Gucciardo) - 3286139993 (Incerto) - 3289442164 (Zarzana).

     Per chi alla fine della manifestazione volesse fermarsi a pranzare presso il  ristorante "Baglio Vecchio", lo chef  ha predisposto un menù dedicato composto da antipasti vari, casarecce al ragù di maiale, capocollo in salsa di mele e carote con contorno di insalata mista, frutta, dolce, acqua, vino e caffè ad un prezzo di €.23; prenotazione obbligatoria entro Giovedì 14 Ottobre direttamente al 3355609552.

    Vuoi essere aggiornato in tempo reale sulle notizie dalla Valle del Belìce? Clicca “Mi piace” su Castelvetranonews.it o seguici su Twitter

    p1 villa catalanotto