• A3 dottor Gianni catalanotto
  • cse a3

Una "Metropolitana di superficie" per far "ripartire" la Provincia di Trapani. Nota a Draghi dei Comuni trapanesi. Presente l'Ass. Licari all'incontro

di: Redazione - del 2021-02-23

Immagine articolo: Una "Metropolitana di superficie" per far "ripartire" la Provincia di Trapani. Nota a Draghi dei Comuni trapanesi. Presente l'Ass. Licari all'incontro

Lunedì 22 febbraio 2021 alle ore 9, l'assessore Licari, come delegato del Sindaco Alfano, in rappresentanza del Comune di Castelvetrano, ha partecipato in modalità di videoconferenza sulla piattaforma Google Meet, ad un incontro dal tema "Metropolitana di superficie", tra le città del sistema urbano della Sicilia Occidentale, capofila Marsala, che avvertono da tempo l’improrogabile esigenza di un significativo ammodernamento del trasporto su rotaia, che nell’Isola si svolge ancora su infrastrutture di epoca giolittiana.

  • scarpinati a7
  • La nota, a conclusione dell'incontro, inviata al Presidente del Consiglio dei Ministri, Prof. Mario Draghi ed al Presidente della Regione Sicilia, On. Nello Musumeci, riguarda un importante investimento nell’ammodernamento del trasporto su rotaia, con la realizzazione di una “Metropolitana di superficie” che, secondo le modalità di seguito illustrate, possa comportare notevoli vantaggi.

    "Tale progettualità, coerente alla nostra visione di città, dice l'assessore Licari che di seguito riporta le finalità della nota, che ben si sposano con "la Castelvetrano2030 che vogliamo".

    In primo luogo, la realizzazione di tale opera consentirebbe nei fatti, di far percepire all’esterno l’area costiera della Sicilia occidentale come una sorta di unico territorio diffuso, a vantaggio del cittadino e dell'ospite, che in breve tempo ed a basso costo potrebbe spostarsi comodamente da Castelvetrano all’aeroporto di Punta Raisi passando per Mazara del Vallo, Marsala, Trapani, Castellammare del Golfo, permettendo, inoltre, di realizzare un collegamento a grande capacità con l’aeroporto di Trapani – Birgi, aumentando l’accessibilità a tale infrastruttura e, quindi, il suo naturale bacino di traffico.

    In secondo luogo, detta infrastruttura, incrementerebbe notevolmente l’integrazione amministrativa tra i comuni costieri del sistema urbano della Sicilia Occidentale, con conseguente maggior efficienza, maggiori entrate e minori costi per le casse pubbliche; ed in terzo luogo, si avrebbe un beneficio attraverso l'integrazione, ottimizzando il trasporto autostradale su gomma per meglio assorbire, dei flussi di traffico significativi.

    Dunque, attraverso la futura realizzazione della Metropolitana di Superficie, si permetterebbe ai comuni di efficientare l’organizzazione del trasporto pubblico locale, integrandolo e rendendolo coerente con il percorso della stessa, garantendo, inoltre, un efficace collegamento tra le città e gli aeroporti di Birgi e Punta Raisi, i quali si pongono quali principali porte di ingresso della Sicilia Occidentale, in linea con il lavoro, sino adesso sviluppato dall'Amministrazione Comunale di Castelvetrano, su di un'unica Visione di città che ambisce a sviluppare il Turismo Relazionale Integrato" .

    Tra gli amministratori ed il tessuto produttivo dei piccoli e medi comuni siciliani è sempre più radicata la consapevolezza che una integrazione ragionata e strutturata dell’offerta dei servizi pubblici e privati sia la chiave per uno sviluppo amministrativo, economico e sociale di ampio respiro.

    Uno sviluppo, sostenibile e di lungo periodo, in grado di rilanciare l’attrattività e, dunque, le sorti di territori che negli ultimi due decenni hanno mancato l’appuntamento con le occasioni di sviluppo che il Settentrione d’Italia e, in una qualche misura, le città metropolitane del Sud Italia sono invece riuscite ad intercettare.

    Relativamente all’intervento suddetto, si segnala che fa seguito ad un protocollo d’intesa per la Governance territoriale e gli orientamenti strategici di Area vasta della Piattaforma Strategica, stabiliti di comune accordo fra gli Enti attraverso l’individuazione di un percorso teso allo sviluppo culturale sociale ed economico.

    Il progetto di ”Metropolitana di superficie” è stato inserito tra le iniziative previste nel documento conclusivo del Tavolo Tecnico sull’Area Vasta, trasmesso al Dipartimento Infrastrutture della Regione Siciliana per la redazione del Piano Regionale dei Trasporti, in quanto ritenuto strategico per lo sviluppo del proprio territorio, consentendo, tra l’altro, di raggiungere i seguenti obiettivi:

    Aumento della sicurezza stradale e ferroviaria;

    Miglioramento della regolarità dell’esercizio ferroviario;

    Riduzione dei tempi normali di attesa per chiusura PL;

    Riduzione dei disagi in caso di prolungate chiusure PL;

    Riduzione degli oneri manutentivi agli impianti ferroviari;

    Incremento della fruizione del sistema ferroviario;

    Riduzione della mobilità su gomma;

    Digitalizzazione del sistema, a partire dalla INFOMOBILITÀ', che può consentire da subito di agevolare una migliore vivibilità degli spazi urbani ed extraurbani, di ridurre in modo drastico il traffico e di diminuire i livelli di inquinamento;

    Miglioramento dell’assetto urbanistico dei Comuni attualmente attraversati dalla ferrovia eliminando le numerose interferenze esistenti con la viabilità; Riduzione dell’inquinamento acustico ed atmosferico nelle aree urbane;

    Riduzione dei tempi e dei costi di trasporto. 

    La pianificazione dell’intervento, il cui costo stimato sulla base di uno studio di fattibilità che potrà essere sottoposto a tavoli tecnici successivi, è di circa € 370.000.000,00 per il progetto generale e di circa € 200.000.000,00 per lo stralcio funzionale relativo al Collegamento “Castelvetrano-Mazara-Marsala-Birgi-Trapani”.

    Il progetto dovrà prevedere frequenze del servizio e ipotesi di localizzazioni delle fermate in grado di garantire sia una logica del trasporto pubblico locale all’interno delle singole aree urbane, sia una logica di sistema territoriale a supporto delle forme di pendolarismo tra centri urbani. Tale attività, inoltre, andrà implementata come processo di co-pianificazione con tutte le autorità locali.

    Vuoi essere aggiornato in tempo reale sulle notizie dalla Valle del Belìce? Clicca “Mi piace” su Castelvetranonews.it o seguici su Twitter

    p1 villa catalanotto