• A3 dottor Gianni catalanotto
  • cse a3

(VIDEO) "Rinasce" l'antica littorina dopo il restauro di Trenitalia. Sarà esposta presso il Museo ferroviario di Pietrarsa

di: Redazione - del 2020-07-07

Fondazione FS Italiane fa un vero regalo alla Sicilia, finalmente la RAL n. 6012 è pronta per il pubblico e si presenta oggi splendente, sui carrelli "donati" dalla gemella 03. La  Fondazione FS italiane ha reso noto, infatti, la conclusione del restauro della automotrice RAL n. 6012 e della sua collocazione sul binario a scartamento ridotto appositamente realizzato presso il padiglione che ospita le automotrici del Museo ferroviario di Pietrarsa.  

  • scarpinati a7
  • treno restaurato

    Come descritto da siciliaintreno.it il recupero di questo rotabile, per anni esposto presso la stazione di Villarosa grazie all'interessamento dell'allora Capo Stazione Primo David, ha beneficiato dei carrelli, componenti ai tempi già restaurati, recuperati dalla RALn 6003, demolita a seguito di un incendio. 

    Il mezzo, lo ricordiamo, a differenza degli altri esemplari ancora esistenti e custoditi presso l'ex D.L. di Castelvetrano, è quello che si conserva al meglio per quanto riguarda gli interni e la cassa, mentre risulta essere privo dei motori di trazione e di altre componenti meccaniche. 

    Dalle immagini diffuse da Fondazione FS, si evince che lo stato dei lavori di restauro ha raggiunto la finitura dello strato di fondo della cassa, propedeutico alla pitturazione nella livrea castano e isabella che ha caratterizzato i mezzi di questo gruppo. 

    treno ral 2  

    Le automotrici RALn 60, costruite per la modernizzazione del servizio viaggiatori sulle linee siciliane a scartamento ridotto delle Ferrovie dello Stato, fin dal gennaio del 1950 hanno rappresentano il banco di prova e le capostipiti della lunga serie di automotrici FIAT dal dopoguerra fino ad oggi.  Le RALn 60 hanno trasportato carri merci e veicoli di servizio fino alla chiusura dell'ultima linea, la ferrovia Castelvetrano-Porto Empedocle che attraversava anche Selinunte.   

    Sicilia in Treno, nella persona di Settimo Marineo, ha espresso soddisfazione per il conseguimento di questo obiettivo, che consentirà di esporre ad un pubblico più vasto uno degli esemplari di queste automotrici, costruite specificatamente per le linee siciliane secondarie, a testimonianza dell’importanza che tale rete ebbe per lo sviluppo socio economico della Sicilia anche nell’immediato dopoguerra.

    treno ral

    “Ci auguriamo che al tempo stesso possano attivarsi al più presto altre azioni volte al recupero del patrimonio ferroviario siciliano ancora custodito a Castelvetrano”.

    Vuoi essere aggiornato in tempo reale sulle notizie dalla Valle del Belìce? Clicca “Mi piace” su Castelvetranonews.it o seguici su Twitter

  • H2 conad
  • banner commedia
  • trattoria casa mia
  • a4 lisciandra
  • a4-ke idea p
  • Giocondo - a4
  • non solo sport maggio 2020
  • quarrato
  • pierrot
  • a4 autoservizi salemi
  • TOYS CITY BELICITTà
  • tre g
  • a5 lo sciuto 2019
  • Il mercatino dei lettori

    Invia il tuo annuncio

    Dopo aver selezionato l'immagine sarà necessario attendere la conferma, che verrà visualizzata qui in basso

    I più letti

    p1 villa catalanotto