• A3 dottor Gianni catalanotto
  • a3 generali

Corto internazionale girato a Mazara del Vallo: si cercano due donne e un uomo tunisini nell’area trapanese

di: Comunicato Stampa - del 2022-05-06

Immagine articolo: Corto internazionale girato a Mazara del Vallo: si cercano due donne e un uomo tunisini nell’area trapanese

Si cercano tre tunisini, una donna e un uomo, nella zona del trapanese e in particolare nell’area di Mazara del Vallo, per un cortometraggio di respiro internazionale che sarà girato nelle prossime settimane, firmato dal regista siciliano Fabio Schifilliti.

  • clemente a7 novembre 2021
  • Si tratta di un’opera prodotta da Arknoah di Francesco Torre: una storia vera che parte da un fatto di cronaca avvenuto a Messina nel 2015 e che ha destato grande clamore perché tocca temi di grande attualità.

    I dettagli del film e il soggetto saranno illustrati successivamente. Al momento si cercano tre figure: una donna tunisina, intorno ai 55 anni, di costituzione robusta (esperienze di recitazione bene accette perché avrà un ruolo parlato); un’altra donna tunisina, sui 40 anni circa e preferibilmente di corporatura esile; infine, un uomo, dai tratti tunisini (non per forza tunisino), intorno ai 60 anni e di corportura media.

    Le persone interessate, che possono provenire anche da altre zone e non solo da Mazara, sono invitate a mandare le foto e le caratteristiche entro il 12 maggio per una prima selezione all’indirizzo email: [email protected].

    Chi avrà i requisiti previsti sarà contattato per un casting dal vivo. Per informazioni è possibile contattare il cel 348 372 6982.

    Riassumendo quindi, è possibile partecipare al casting via e-mail entro il 12 maggio per queste figure: una 55enne, possibilmente di robusta costituzione (esperienze di recitazione ben accette) per un ruolo parlato, una 40enne magra e un 60enne di corporatura media. Il regista è il siciliano Fabio Schifilliti.

    Vuoi essere aggiornato in tempo reale sulle notizie dalla Valle del Belìce? Clicca “Mi piace” su Castelvetranonews.it o seguici su Twitter