• A3 dottor Gianni catalanotto
  • a3 generali

“Le fiamme avanzavano verso casa. Tanta paura e il sollievo dopo l’intervento dei Vigili del Fuoco”. Il racconto dei residenti di un pomeriggio da dimenticare

di: Redazione - del 2022-08-09

Immagine articolo: “Le fiamme avanzavano verso casa. Tanta paura e il sollievo dopo l’intervento dei Vigili del Fuoco”. Il racconto dei residenti di un pomeriggio da dimenticare

Un vasto incendio si è sviluppato ieri in contrada Santa Teresa sulla ss115 per Marinella di Selinunte, che ha interessato oltre 15.000 mq, compresi uliveti, generando tanta paura tra i residenti.

  • clemente a7 novembre 2021
  • Il caldo e le folate di vento hanno in poco tempo esteso le fiamme, partite dal ciglio della strada, dove qualcuno probabilmente ha gettato un mozzicone di sigaretta accesso. Il fuoco ha invaso terreni, in parte pieni di sterpaglie, arrivando a lambire parecchie abitazioni.

    In una di esse, le fiamme hanno distrutto i motorini dell’acqua di una piscina, recinzioni in plastica e tutto l’impianto d’irrigazione di un vigneto attiguo, mentre le grida dei residenti si sentivano da lontano.

    Una famiglia è riuscita in extremis a spostare le auto in una strada vicina, mentre una colonna di fumo acre si è sollevata per centinaia di metri. Le fiamme hanno interessato anche suppellettili di abitazioni e quasi tutti i villini presenti in questa piana sono stati ricoperti dalla fuliggine.

    I centralini dei Vigili del Fuoco sono stati presi d’assalto e la squadra di Castelvetrano, impegnata in contrada Mokarta a Salemi, ha perso un po' di tempo per raggiungere la zona, mentre andavano in fumo anche tronchi secolari di alberi di ulivo e pini.

    Momenti di grande paura, poi l’arrivo dei Vigili del Fuoco di Marsala e Mazara. Anche un autobotte privata, inviata dal Comune in soccorso, ha fatto tre viaggi. I Vigili del Fuoco sono riusciti in tempo a bloccare le fiamme, che stavano per propagarsi verso la sopraelevata per Partanna e Sciacca.

    Intorno alle venti, l’incendio è stato domato.

    “Momenti di paura indiscrivibile, anche perché con i Vigili del Fuoco non ci eravamo intesi su dove potere arrivare più celermente - riferisce una residente. - Il fumo ci stava soffocando, la caloria era insopportabile per fortuna siamo qua a raccontare di un pomeriggio d’inferno.

    Vuoi essere aggiornato in tempo reale sulle notizie dalla Valle del Belìce? Clicca “Mi piace” su Castelvetranonews.it o seguici su Twitter