• A3 dottor Gianni catalanotto
  • generali

Minacce e lesioni, condannato il noto commerciante di opere d’arte cvetranese Becchina

di: Redazione - (fonte: Giornale di Sicilia) - del 2022-01-18

Immagine articolo: Minacce e lesioni, condannato il noto commerciante di opere d’arte cvetranese Becchina

(ph. Foto: gazzettadellavoro.com)

Il noto commerciante internazionale di opere d’arte Giovanni Franco Becchina, castelvetranese ma residente a Basilea, è stato condannato ad un anno di reclusione, con sospensione della pena condizionata al pagamento di una “provvisionale” di 5 mila alla parte civile e al pagamento delle spese legali per “esercizio arbitrario delle proprie ragioni”, minacce e lesioni gravi.

  • clemente a7 novembre 2021
  • Nel 2017 la figlia di Becchina aveva concesso in comodato d'uso gratuito, alcuni dei locali del Palazzo dei principi Pignatelli Aragona Cortes Tagliavia all’architetto Francesco Maria Giancontieri, nei quali quaest'ultimo aveva momentaneamente allocato uffici e attrezzature della sua impresa edile. 

    Becchina non aveva condiviso la decisione della figlia e avrebbe intimato all’architetto Giancontieri di lasciare i locali, passando, secondo l’accusa, anche alle minacce.

    Un giorno Giancontieri, costituitosi parte civile, trovò il cancello chiuso con una catena, ne seguì una lite con Becchina che, reagì colpendolo in faccia con la catena, causando danni alla mascella.

    Durante il processo Becchina aveva sostenuto che l'architetto si fosse fatto male da sola inciampando, ma Giancontieri, durante la discussione, aveva attivato una videocamera, le cui immagini sono state portate in aula.

    Vuoi essere aggiornato in tempo reale sulle notizie dalla Valle del Belìce? Clicca “Mi piace” su Castelvetranonews.it o seguici su Twitter

    p1 villa catalanotto