• A3 dottor Gianni catalanotto
  • cse a3

Il lettore scrive: "Io, residente vicino guardia medica di Tre Fontane, tra tamponi, file e disagi". La replica del Comandante Panierino

di: Redazione - del 2021-08-26

Riceviamo e pubblichiamo la segnalazione della lettrice Valentina Barbera, la quale si è rivolta alla Redazione per segnalare una situazione di disagio che si verifica a Tre Fontane, nei pressi della sede della Guardia Medica, dove si creano lunghissime file sia di auto che di gente a piedi tra le persone che devono sottoporsi al tampone, creando non poche difficoltà agli abitanti della zona.

  • scarpinati a7 giugno
  • Questa la segnalazione:

    "Sono  da diversi decenni una dei villeggianti di Tre Fontane, in via Berlino-ovest per l'esattezza, da qualche anno la villetta accanto la mia abitazione è stata adibita a guardia medica turistica e da due anni, esattamente durante l'emergenza pandemia, offre servizio tamponi USCA, creando diversi disagi a tutti gli abitanti della via:

    1- L'accesso alla via dalle prime ore del mattino e per tutta la mattinata viene limitata dalle macchine in fila per il tampone,  

    2-La gente, in fila sotto il sole per diverse ore, scende dalle vetture e attende cercando ripari all'ombra davanti le nostre abitazioni e addirittura spesso ce li ritroviamo nelle verande, con annessi starnuti, tosse , mascherine, guanti e fazzoletti sporchi buttati per strada,  

    3- i medici non riuscendo a gestire la situazione adeguatamente creano file interminabili e quindi causano disordine nella gente che accede al servizio.

    Ogni giorno ci troviamo costretti a dover provvedere a nostre spese alla disinfezione del portone (a cui la gente si appoggia per aspettare) e alla strada davanti casa nostra  rischiando di contrarre il virus del covid.

    Abbiamo cercato di chiedere aiuto agli amministratori di Campobello di Mazara,  in modo da spostare il servizio tamponi in altra sede, distante dal centro abitato e ci è stato riferito che non rientra tra le competenze del sindaco e/o amministrazione comunale.

    Dopo diversi reclami che si protraggono dal mese di giugno, abbiamo ottenuto soltanto  la gestione delle file di macchine da parte di due gentili volontari della croce rossa.

    La situazione però è davvero insostenibile, costringendoci a dover anticipare il rientro alle nostre abitazioni invernali per evitare contagi a "domicilio " , vi chiedo di darci "voce" in qualche modo perché la situazione è davvero insostenibile".

     A seguito della segnalazione della lettrice, abbiamo raggiunto telefonicamente il Comandante della Polizia Municipale Dott. Panierino il quale ha così commentato: "Dopo aver ricevuto alcune segnalazioni riguardanti la Via Berlino di Tre Fontane, dove ha sede l’USCA, mi sono personalmente voluto accertare su quanto segnalato.

    Ci siamo più volte recati in Via Berlino ( personalmente ci sono stato anche ieri mattina) e non abbiamo riscontrato tutte le criticità segnalate dai cittadini. Ho trovato sul posto una fila ordinata di veicoli con all’interno cittadini in attesa di eseguire il tampone, il tutto sotto il controllo dei volontari della protezione civile che invitano gli utenti a restare in auto.

    Anche nei prossimi giorni la situazione della Via Berlino sarà monitorata proprio al fine di recare il minor disagio possibile sia ai residenti e dimoranti della via che agli utenti che debbono usufruire, in questo momento emergenza, di un necessario ed indispensabile servizio di pubblica utilità".

    Vuoi essere aggiornato in tempo reale sulle notizie dalla Valle del Belìce? Clicca “Mi piace” su Castelvetranonews.it o seguici su Twitter

    p1 villa catalanotto