• a3 generali
  • A3 dottor Gianni catalanotto

Alfano azzera la Giunta e apre all’Opposizione. Ecco il testo della sua lettera

del 2022-06-27

Immagine articolo: Alfano azzera la Giunta e apre all’Opposizione. Ecco il testo della sua lettera

Il Sindaco Enzo Alfano, dando seguito all’annunciata crisi politica della sua amministrazione anche dopo le numerose dimissioni dei consiglieri, ha azzerato la Giunta assessoriale. Un documento letto dal primo cittadino ha sancito una apertura (non è la prima volta) all’Opposizione con il quale è partito un nuovo tentativo di dialogo al fine di provare a creare una nuova squadra assessoriale.

  • clemente a7 novembre 2021
  • Di seguito il testo della lettera: "Oggi puo’ essere avviato, solo se lo si vuole, l’inizio di un negoziato amministrativo che ci potrebbe portare tutti ad un comune tavolo governativo senza precondizioni od ultimatum.Questo Consiglio Comunale dovra’ diventare il Centro di Costruzione Programmatica per il bene di questa Citta’ , per l’economia reale di questo Paese; per questo chiedo confronto e dialogo politico, ma soprattutto una tangibile voglia di ricostruzione e di lavorare “ tutti insieme “ per un Recovery per la Citta’ “ Trovare alcune posizioni comuni e condivisibili, spero con tutti o con alcuni della parte opposta. Vi chiedo un atto di coraggio per il Paese, e di riprovarci questa volta senza precondizioni , perche’ bisogna adesso pensare al Paese Reale. Chiedo alle forze politiche ed ai partiti consiliari ed indipendenti di individuare tutti insieme alcunepriorita’ e pochi punti programmatici che dovranno trovare espressione in una sintesi per ripartire insieme caratterizzando la FASE 2 di questa storia amministrativa che ci accompagnerebbe sino alla fine della consiliatura comunale.

    C’e’ una crisi sociale tangibile, e perdurante , c’e’ una crisi economica feroce, e perdurante, c’e’ una crisi dell’economia reale profonda , e crescente ; per queste motivazioni e’ necessario un cambiamento ed imprimere un’accelerazione ad una svolta possibile . In uno a quanto sopra non posso non citare che lo sconvolgimento dell’assetto interno, quello del partner di maggioranza, alcune volte ha creato nocumento alla normale stabilita’ politica e governativa, necessaria per una tranquilla vita amministrativa .Per queste motivazioni dichiaro sin d’ora , e lo faro’piu’ avanti in modo chiaro e trasparente, un aperturismo vero senza precondizioni od ultimatum seguendo le procedure rituali : una prima fase  dedicata ad una nuova costruzione programmatica , che precedera’ la successiva, quella negoziale e dedicata alla rappresentativita’.

    Nonostante questi variegati ambiti della crisi, sociale, economica, reale, amministrativa , politica, abbiano picchiato duro , nonostante tante complicazioni , nonostante tutto quello che e’ accaduto ed accade, e puo’ accadere, possa/possano scoraggiarmi, io voglio ripartire. E per fortuna non sono solo, ci siete Voi ; guardiamo avanti insieme. Solo insieme possiamo rimettere in moto questa complessa, ma potente macchina che e’ il nostro sistema Paese . Vinceremo insieme le nuove sfide. Chiedo a gran voce il sostegno di tutte le forze presenti in Consiglio per superare la crisi amministrativa ed avviare definitivamente il processo amministrativo della Citta’ ; attesto la mia volonta’ di risolvere la crisi con tutte le forze politiche presenti in Consiglio Comunale, ed i Consiglieri tutti esercitino le proprie funzioni senza vincolo di mandato per realizzare le esigenze ed i bisogni dei cittadini . La mia scelta mira a guardare lontano, a dare una svolta alla Citta’ .

    Faccio appello a tutte le forze politiche , soprattutto a chi ha sostenuto la mia elezione, chiedendo loro il buon senso e il rispetto del mandato dei cittadini ; mi appello anche alle forze politiche piu’ estreme del  CC per la risoluzione di questo momento di crisi. La crisi e’ evidente , e va pertanto dichiarata , va portata in Consiglio Comunale , che prende atto che le cause sono ampiamente extraconsiliari;

    ma voglio rassicurare tutti i cittadini che e’ una scelta a loro vantaggio ; il Sindaco ha bisogno, adesso, di tutte le forze politiche consiliari per svolgere la funzione affidata con il mandato elettorale. Io sono un mezzo per la liberazione della Citta’ da sistemi che hanno fatto il loro tempo e che ora hanno bisogno di rinnovamento amministrativo per proseguire gli obiettivi che la Citta’ ci chiede.

    Occorre avere apertura all’Innovazione,politica ed amministrativa, occorre dare corso ad un’apertura della crisi ; in un periodo storico cosi’ delicato e complesso, d’intensa crisi politica che investe l’intera Nazione, abbiamo la necessita’ di saper interpretare con lungimiranza e capacita’ la FASE 2 , la fase del rilancio e ricostruzione della nostra Citta’che naturalmente passa anche per la realizzazione delle progettualita’ avviate nel passato triennio, come Agenda Urbana, in cui abbiamo creduto ed investito tutte le nostre energie. La mia dichiarazione di apertura della CRISI e’ una scelta ragionevole in tempi complicati.Sento in me l’obbligo istituzionale di aprire il confronto con i partiti, e le forze tutte consiliari, sollecitarne consenso e dissenso , ma assumiamoci tutti e visibilmente di fronte alla Citta’ il massimo della responsabilita’ ; un Governo di Scopo per fini emergenziali ,anzi il Governo della Citta’, con alleanze non politiche ma civiche , con un programma chiaro e delimitato a pochissimi punti sino alla fine della Consiliatura ( 2024 ). Questa mia ragionevole Apertura della Crisi Amministrativa , sarà accompagnata dal ritiro delle deleghe assessoriali , e dovra’ avere breve durata perche’ e’ necessario assicurare la prosecuzione della vita giuntale per la difesa di quel principio di responsabilita’ amministrativa a difesa e tutela del Paese Reale.

    Nessuna forza politica registrera’ danni alla propria identita’ , anzi intravedo la possibilita’ che si possa , nell’ambito della Ricostruzione Programmatica Condivisa , avviare una sorta di nuova Valorizzazione e/o Riconversione della propria Identita’ ; penso al Gruppo Consiliare MOV5 , ed a tutto il MOV5 locale,che oggi pubblicamente ringrazio per avere sostenuto la mia elezione e che hanno creduto e continuano a credere nella mia Persona, al quale si chiedera’ un nuovo ed un inconsueto perimetro di collaborazione perche’ e’ necessario rispondere alle necessita’ urgenti del Paese.

    Ogni forza avra’ la possibilita’ di investire sulle proprie competenze e sulle proprie forze , e non trascurando mai le diverse quantita’ forziste consiliari .

    La situazione del Paese e’ molto delicata, si fa’ molta fatica ad andare avanti, ed il progetto Citta’ e la sua realizzazione si complica, e poi , enormi difficolta’ nei bilanci , spetta a tutti noi aiutare il nostro Paese a rinascere con segnali coraggiosi ; avviero’ nel corso della settimana, sin da domani , i canali di dialogo, ma gia’ in questa mia comunicazione all’interno di questo dibattito consiliare ricerco un governo adeguato a superare la crisi e che dovra’ avere una tempistica veloce.Questa Citta’ ha bisogno di velocita’ , ha bisogno , al momento, di un Governo di ampia Condivisione; ci sono momenti nella vita di un Consiglio in cui gli interessi degli uni cedono o disavanzano per altri / con altri per il bene della Citta’.L’interesse di tutti al posto di quello delle parti. Siamo dalla parte giusta della Storia di questa Citta'.

    Riviviamo un Nuovo Risorgimento , anzi proviamoci a fare rivivere alla Citta’  quel glorioso storico SEICENTO CASTELVETRANESE , sostituendo a quel ricco programma di Edilizia Ecclesiastica l’attuale progettazione dei FONDI PNRR e le opere di AGENDA URBANA. Ed a Voi tutti dico di non fare le scelte politiche con l’empatia bensi’ con la ragione ! Vorro’ un Governo piu’ veloce, e se alcune volte sembra essere accaduto che la Giunta abbia dato indirizzi al Consiglio, sono certo che accadra’ solamente il contrario .

    RIPARTIAMO INSIEME oggi , pertanto, registra il suo inizio all’interno di questa mia dichiarazione di apertura della CRISI amministrativa avendone voluto la sua CONSILIARIZZAZIONE per tutte le motivazioni sopra riportate.

    Si procedera’ una volta formalizzato il ritiro delle deleghe assessoriali , ad incontrare i Rappresentanti dei Partiti e dei Movimenti presenti in CC , e gli Indipendenti tutti , a conclusione degli incontri , finalizzati alle intese programmatiche, si avviera’ la fase della Rappresentativita’ per la costituzione dell’Organo di Governo , che potrebbe essere composto da membri dotati di competenze politiche, da Persone appartenenti non solo alla societa’ civile ma anche a quella imprenditoriale, previo accordo dei Rappresentanti delle Forze Politiche Consiliari.

    Esempio di pre_condivisione : BILANCIO, FINANZA, TRIBUTI, URBANISTICA solamente ASSESSORI TECNICI Chiedo all’intero Consiglio “ Unita’ ”, perche’ solamente un Consiglio Unito, ed un Consiglio Unito ad un Governo che ha bisogno di correre , sara’ il vero successo del nuovo progetto amministrativo RIPARTIAMO INSIEME.

    Sono certo che questa Apertura di Crisi , oggi dichiarata in Consiglio, non avra’ conseguenze politiche disordinate o confuse , perche’ tutti si vorra’ contribuire al superamento di questa fase emergenziale con alleanze governative non politiche bensi civiche per il supremo bene della Citta’. Le mie preoccupazioni non sono politiche , ma sin d’ora voglio ricercare,ed  insieme a Voi lo faro’ nei prossimi immediati incontri consultivi, le priorita’ per ripartire che, in quanto urgenti e non procastinabili, troveranno sintesi in un compendio PROGRAMMATICO 2024 “ RIPARTIAMO INSIEME 2022-2024 “ .

    Esempi di ricerca delle PRIORITA’ FASE 2 della RISCOSSIONE - Tolleranza ZERO per gli evasori e debitori seriali con l’obiettivo di garantire le entrate per il Comune, aumentandone i ricavi tributari Regolamento disciplinante misure preventive per sostenere il contrasto dell’evasione tributaria, condiviso con le Associazioni di Categoria Piano Biennale con ObiettIvi Trimestrali Una riduzione del Contenzioso ( discarico dei Ruoli / mediazione tributaria ) Formulazione di atti di indirizzo alle D.O.per categorie di contribuenti Miglioramento del rapporto con i contribuenti Riduzione dei tempi di accertamento dell’evasione

    Fare amare il nostro Paese dalle 400 Persone , dipendenti dell’Ente ; tutti noi si pensa subito all’attesa sulle STABILIZZAZIONI dei PRECARI, che darebbero felicita’ alle nostre Persone.

    Partiamo dal miglioramento dell’efficienza degli Uffici.Il Capitale Umano dell’Ente e’ uno degli elementi fondamentali nel progetto RIPARTIAMO INSIEME ; le Risorse Umane/Persone quali partners strategici del Progetto RIPARTIAMO INSIEME . Pertanto, nel Tavolo Consultivo , la priorita’ delle priorita’ per il bene del nostro Capitale Primario ( le Persone ) sara’ la STABILIZZAZIONE DEI PRECARI dell’ENTE .Sono solo alcune delle priorita’ sulle quali ripartire , da condividere ai Tavoli Consultivi di Confronto.Abbiamo tutti insieme la possibilita’ ed anche la capacita’ di realizzare le condizioni necessarie al fine di contribuire al progetto RIPARTIAMO INSIEME . Ad ognuno di Voi chiedo , sin d’ora, di contribuire alla realizzazione di questo progetto governativo ampiamente partecipativo”.

    Vuoi essere aggiornato in tempo reale sulle notizie dalla Valle del Belìce? Clicca “Mi piace” su Castelvetranonews.it o seguici su Twitter