• a3 generali
  • A3 dottor Gianni catalanotto

"Nessuno è di ruolo nella vita. Il professore deve saper affascinare e comunicare"

di: Redazione - del 2022-06-23

Immagine articolo: "Nessuno è di ruolo nella vita. Il professore deve saper affascinare e comunicare"

Lucio Glorioso, giovane professore di educazione di Santa Ninfa, fa una riflessione sul mondo dell’insegnamento. “L’insegnante deve insegnare. Per farlo, serve una capacità empatica e comunicativa, serve la fascinazione.

  • clemente a7 novembre 2021
  • Se non apri il cuore, non apri nemmeno la testa delle persone. Gli insegnanti dovrebbero essere sottoposti a un test di personalità che valuti queste cose. Se uno non sa affascinare, è meglio che cambi lavoro.

    Educare vuol dire condurre qualcuno all’evoluzione, dall’impulso all’emozione, dall’emozione al sentimento. Un ragazzo che ha sentimento non brucia un migrante che dorme su una panchina, non picchia un disabile. Se queste cose accadono, è perché la scuola non ha educato. Per educare bisogna avere a che fare con la soggettività degli studenti, che oggi è messa fuori gioco.

    Se uno non sa affascinare, comunicare, non può fare il maestro, il professore.

    Lo dice Platone: si impara per imitazione. Io aggiungerei anche per plagio. Preferisco un docente che plagia i ragazzi che uno che li demotiva. Direi loro che il ruolo va abolito.

    Se uno non funziona lo sanno tutti, ma non si può far nulla, perché è di ruolo. Che cos’è questa parola? Nessuno è di ruolo nella vita. Se un docente non è all’altezza, va messo fuori gioco. Perché se si licenziano operai là dove si producono oggetti, non lo si fa dove si formano le persone?”

    Vuoi essere aggiornato in tempo reale sulle notizie dalla Valle del Belìce? Clicca “Mi piace” su Castelvetranonews.it o seguici su Twitter

    P1 EffeviAuto fino all'11 Luglio