• A3 dottor Gianni catalanotto
  • A3 Conad
  • A3bis Farmacia Rotolo
  • outlet del mobile A3bis fino al 21 marzo
  • Farmacia Rotolo Castelvetrano
  • Spazio disponibile R1

La cannabis del Belìce spedita in tutto il mondo tra uso terapeutico e opportunità di lavoro. La scommessa di Federico Martorana

di: Francesca Caprarotta - del 2024-02-15

Immagine articolo: La cannabis del Belìce spedita in tutto il mondo tra uso terapeutico e opportunità di lavoro. La scommessa di  Federico Martorana

Una delle principali tendenze che, muoverà l’economia nei prossimi anni, grazie alla maggiore attenzione alla salute umana e alla sostenibilità ambientale, è l’agricoltura biologica. La sua diffusione investe molti settori, e ha raggiunto anche la coltivazione della canapa. 

  • Fratelli Clemente Febbraio 2023 a7
  • Se fino a qualche anno fa, la produzione di cannabis light era impensabile dal punto di vista legale, dal 2016 lo Stato ha regolamentato la promozione e la coltivazione della canapa. Il prodotto indicato non è uno stupefacente, in quanto ha un contenuto di Thc < 0,2 per cento e quindi può essere venduta liberamente “per uso tecnico”.

    Ne abbiamo parlato con Federico Martorana, 35enne castelvetranese, che da circa un anno, ha avviato con successo la prima coltivazione della canapa light naturale nel nostro territorio, nella sua azienda agricola “Ganja del Belìce”.

  • h7 immobiliare catalanotto
  • Tutto nasce da un’intuizione avuta insieme ad un amico, messa a frutto da Federico, che oggi si occupa da solo di tutta la catena produttiva: dalla coltivazione, alla distribuzione, curando anche l’aspetto pubblicitario e il confezionamento del prodotto. Tutto assolutamente naturale.

    “Le nostre piante sono trattate esclusivamente con prodotti organici e Bio, senza l’utilizzo di pesticidi. – racconta Federico alla redazione di Castelvetranonews - Vengono coltivate outdoor e in serra.

    Dopo la raccolta, prestiamo grande attenzione all’essiccazione delle infiorescenze, ponendo le piante staccate in ambienti bui, ventilati e asciutti che, accompagnati da un clima esterno generalmente favorevole, ne garantiscono un ideale ambiente di essiccazione e conservazione degli aromi, consistenza e tonalità di colori dei fiori, per essere successivamente puliti accuratamente a mano ed infine, conservati in appositi contenitori e barattoli di vetro.

    Teniamo sotto costante controllo i tassi di umidità durante l’essiccazione, per evitare qualsiasi formazione di muffe."

    Questa attività ha permesso a Federico di rimanere nella sua amata terra, donando amore alle piante e alla natura, senza alcun aiuto finanziario o contributo. Ciò sicuramente rende orgogliosi ancora di più, perché un giovane è riuscito solo con le proprie forze.

    Inoltre, la qualità del prodotto è eccellente ed è molto richiesto dalle erboristerie e non solo. Il canale di vendita principale è internet. La cannabis così prodotta è adibita ad uso cosiddetto “collezionistico”, che si presta ad alleviare i dolori reumatici, l’insonnia e il mal di pancia. Uno dei progetti futuri di Federico è la produzione di oli ricavati da cannabis light. Si tratta di un’idea ambiziosa, che siamo sicuri troverà riscontro nel mercato e anche nella nostra comunità.

    Vuoi essere aggiornato in tempo reale sulle notizie dalla Valle del Belìce? Clicca “Mi piace” su Castelvetranonews.it o seguici su Twitter

    Arredo Gulotta P1