• cse a3
  • A3 dottor Gianni catalanotto

"Mia figlia in quarantena. L'ansia, l'attesa per l'esito del tampone e i 10 interminabili giorni..". Lettera di una mamma

del 2020-11-02

Immagine articolo: "Mia figlia in quarantena. L'ansia, l'attesa per l'esito del tampone e i 10 interminabili giorni..". Lettera di una mamma

Oramai i bollettini giornalieri dell'andamento della curva dei contagi sono un appuntamento importante, per dare un'idea chiara ai cittadini di come stanno realmente le cose.

  • scarpinati a7
  • La nostra Redazione si occupa ogni giorno di tutto questo e dedica ampio spazio all'informazione sugli sviluppi della pandemia. Forse per chi legge i dati, sono solo numeri ma, invece, dobbiamo sempre ricordare che sono persone, che hanno avuto la disavventura di contrarre il virus.

    Ad oggi l'andamento in provincia di Trapani e' abbastanza preoccupante, ma dobbiamo mantenere i nervi saldi e non farci prendere dal panico.

    Dobbiamo essere fiduciosi che grazie alla scienza, tutto questo finira' presto. Il corona virus, purtroppo, puo' colpire chiunque e a qualunque età, ma quando minaccia i nostri bambini, tutto diventa piu' complicato.  

    Alla redazione di Castelvetranonews.it, e' arrivata una lettera aperta di una mamma che ha dovuto affrontare insieme alla sua piccola bambina lo spauracchio del Covid.

    "Pensi sempre a noi non capiterà. Siamo sempre stati attenti, indossiamo sempre la mascherina, manteniamo le distanze sociali, laviamo spesso le mani e igienizziamo gli oggetti piu' usati quotidianamente.

    Poi un giorno arriva la notizia che una persona a scuola e' risultata positiva al Covid e di conseguenza, come prevede il protocollo, tutto il personale e i bambini dovranno osservare 10 giorni di quarantena in attesa del tampone. A quel punto ti rendi conto che nessuno puo' stare tranquillo, che questo nemico invisibile puo' essere entrato in casa tua e aver coinvolto la tua piccola bambina.

    Quello che ti tiene in tensione e' l'ATTESA. L'attesa della fine della quarantena e soprattutto l'attesa dell'esito del tampone.

    Ricordo quei giorni con grande angoscia, guardavo mia figlia, che per fortuna non ha mai avuto nessun sintomo, e pregavo che tutto andasse bene e che questo incubo finisse presto. Mi sono sentita quasi in colpa  perche' doveva affrontare tutto  senza sapere bene a cosa sarebbe andata incontro.

    Avrei preferito di gran lunga che fosse successo a me, perche' ogni genitore vorrebbe proteggere i propri figli da ogni difficolta' o malattia. La minaccia del covid fa veramente paura e coinvolge tutti i componenti della famiglia. Sono passati lentamente i 10 giorni di quarantena e finalmente e' arrivato il giorno in cui mia figlia ha fatto il tampone.

    Un'altra giornata anche questa  piena di tensione, ma l'ho affrontata con un sorriso perche' non volevo agitarla. Per fortuna ha reagito al tampone abbastanza serenamente, e dopo un paio di giorni abbiamo avuto l'esito: Negativo. Una parola che in questo periodo e' di fondamentale importanza, che ti fa tornare a respirare. Per mia figlia e' andato tutto bene, ma sinceramente questa esperienza mi ha fatto riflettere. Ho immaginato lo stato d'animo di chi risulta positivo. Anche se e' in salute, la tensione e la preoccupazione ti rendono molto vulnerabile.  

    Ho scritto questa lettera non solo per raccontare la mia esperienza, ma per dire di stare attenti. Ci vuole prudenza e seguire tutte le regole basilari per evitare il contagio, solo in questo modo ne usciremo. A tutti noi mancano gli abbracci e i momenti spensierati, e sono sicura che torneranno, ma fino a quel momento dobbiamo avere un grande senso di responsabilita' sociale, ne vale del nostro futuro e di quello dei nostri figli."  

    Ringraziamo questa mamma che ha voluto raccontare la sua esperienza a lieto fine contro questo virus che sta mettendo a dura prova non solo l'Italia ma tutto il mondo.  Rispettiamo le tre regole basilari: indossare la mascherina, mantenere le distanze e lavare spesso le mani. Seguiamole, proteggeremo in questo modo noi stessi e i nostri cari.

    Vuoi essere aggiornato in tempo reale sulle notizie dalla Valle del Belìce? Clicca “Mi piace” su Castelvetranonews.it o seguici su Twitter

    p1 villa catalanotto