• A3 dottor Gianni catalanotto
  • a3 2022 cse
  • a3 generali

Cinema&Games. Alla scoperta del film "Underwater" tra azione, thriller e horror

di: Piero Ferro - del 2020-04-05

Immagine articolo: Cinema&Games. Alla scoperta del film "Underwater" tra azione, thriller e horror

Gentili lettori, è con immenso piacere che vado ad accontentare un'altra richiesta, quella del nostro lettore Giuseppe che segue la mia rubrica "Cinema&games" da Campobello.

  • clemente a7 novembre 2021
  • Giuseppe chiede di sapere tutto su un bellissimo film che tocca ben tre generi cinematografici differenti e cioè il thriller, l'azione e l'horror; il film in questione è Underwater.

    La trama

    Underwater, che tradotto nella nostra lingua significa sott'acqua, parla di una base sottomarina costruita da una mega compagnia industriale nel bel mezzo della Fossa delle Marianne, a centinaia di metri sotto il livello del mare, in uno dei punti più profondi dell’ oceano, per studiare e ricavare nuove fonti d'energia.

    Ma secondo voi, andrà tutto bene?  Hehehe mi sà proprio di no.

    Un bel giorno, anzi notte vista la profondità, la nostra eroina, l'ingegnere meccanico Norah Price, e un suo collega, durante il loro giro di routine, vengono sorpresi da una fortissima scossa di terremoto che riesce in pochi minuti a distruggere un’ampia fetta della base. I due riescono fra mille peripezie a sigillare e a tamponare la perdita di pressione mettendosi momentaneamente in salvo.

    Alla nostra eroina viene in mente di usare le capsule di salvataggio per risalire in superficie, ma codeste si trovano a qualche chilometro dalla base principale, praticamente in un altra sezione distaccata della base.

    E qui comincia il bello, anzi per loro il brutto. Ma come non bastava il terremoto? E no, della serie quando una cosa va già male sta tranquillo che andrà peggio!

    I nostri decidono cosi di avventurarsi all'esterno delle base con tanto di mega scafandri, e arrivati alla meta incontrano altri personaggi, che avranno una parte centrale nel film, una biologa marina Emily Haversham e un ingegnere Liam Smith. Questi due hanno cercato invano subito dopo la scossa di chiamare la superficie ma senza esiti positivi.

    Senza spoilerare troppo, vi dico subito, che i nostri escono nuovamente dalla base nelle profondità marine per cercare di usare un montacarichi per risalire in superficie, ma si imbattono in una capsula di salvataggio distrutta.

    E qui comincia la parte horror vera e propria. All'interno di codesta capsula i nostri trovano un cadavere e cercando di capire di chi si tratta si avvicinano per indagare.

    Avete presente il film Alien? Bene, perché succede esattamente la stessa cosa, dal corpo senza vita ritrovato, fuoriesce una creatura mostruosa che attacca i nostri eroi. Uno di loro riesce miracolosamente ad uccidere la creatura che viene portata dentro la base per essere esaminata.

    Va bene, va bene, mi fermo qui altrimenti vi dico tutto e poi vi rovino il divertimento, ho capito.

    Riusciranno i nostri eroi a tornare in superficie? Riusciranno a sconfiggere le tremende creature che li braccano?  Ops! ho usato il plurale.

    E adesso la parte che vi piace di più, tutte le curiosità sul film:

    1) Le riprese sono iniziate a Marzo 2017 e sono terminate a Maggio dello stesso anno.

    2) Il film ha subito continui ritardi a causa dell'acquisto della 20th Century Fox da parte della Disney.

    3) L'attrice principale Kristen Stewart non aveva mai partecipato a questo genere di film di sopravvivenza  prima d'ora e il suo disagio principale è stato il  fatto che lei non sa nuotare molto bene.

    4) Ogni tuta indossata dagli attori con tutti gli accessori pesava la bellezza di 64 kg.

    5) Essendo le tute ermetiche, gli attori stentavano a sentire ciò che veniva detto loro dalla regia, quindi certe scene sono state girate molte volte.

    6) All'interno del film non ci sono scene che si svolgono sulla terra ferma.

    7) Adam Cozad, colui che ha scritto la storia, si è dichiaratamente ispirato ad Alien di Ridley Scott del 1979.

    8)  È stata Kristen Stewart a suggerire che Norah avesse i capelli rasati.

    9)  Underwater è stato girato a New Orleans in tre teatri di posa e un numero ridotto di set esterni.

    10) I set sono stati, inoltre, costruiti e dipinti in modo da potersi adattare a riprese dry-for-wet, una tecnica che prevede che le scene ambientate sott’acqua vengano girate in teatri di posa all’asciutto piuttosto che in enormi vasche. Durante le riprese, alcuni speciali effetti di luce aiutano a creare l’illusione di una ambientazione completamente acquatica. Nel teatro di posa, che può essere anche riempito di nebbia per aumentare l’effetto, gli attori eseguono i loro movimenti mentre vengono sollevati da cavi o imbragature: in questo modo sembra che stiano galleggiando.

    11) Per illuminare gli attori, sono stati inseriti svariati circuiti elettrici all’interno delle tute, con sei diversi canali di illuminazione dentro all’elmetto: due luci per le guance, due luci per la fronte, e una luce che illuminava sia il lato sinistro che il lato destro. Le mute avevano inoltre dei piccoli display elettronici sulla schiena, progettati per sembrare dei monitor che mostravano le percentuali di ossigeno e CO2.

    Detto questo non vi resta che guardarvi il film e divertirvi, non dimenticate che io sono sempre qui per le vostre richieste, lasciate un commento qui sotto oppure scrivete un e-mail a [email protected] Un abbraccio forte il vostro Piero.

    https://www.youtube.com/watch?v=vSQRg2kI65E

    Vuoi essere aggiornato in tempo reale sulle notizie dalla Valle del Belìce? Clicca “Mi piace” su Castelvetranonews.it o seguici su Twitter

    p1 proposte d'arredo gulotta