• A3 dottor Gianni catalanotto
  • cse a3

“Porto mio figlio a giocare al campetto tra siringhe, rifiuti e porte distrutte”. Storia di degrado a CVetrano in via Carlo Alberto Dalla Chiesa

di: Redazione - del 2021-02-19

Immagine articolo: “Porto mio figlio a giocare al campetto tra siringhe, rifiuti e porte distrutte”. Storia di degrado a CVetrano in via Carlo Alberto Dalla Chiesa

Riceviamo e pubblichiamo la segnalazione del lettore Danilo, il quale si rivolge alla Redazione per denunciare lo stato di incuria in cui versa Via Carlo Alberto Dalla Chiesa nel quartiere Belvedere, che costituisce un pericolo reale per l’incolumità dei suoi abitanti.

  • scarpinati a7
  • Queste le parole del lettore:

    “Ad un certo punto bisogna dire basta, per come sono fatto io e per arrivare a fare ciò vuol dire che il tempo dell'attesa è finito oppure che c'è stato qualcosa, un episodio, che ha fatto scattare in me la decisione di far cambiare o comunque migliorare questa assurda situazione! 

    Ebbene sì, purtroppo è successo che mio figlio stava per pungersi involontariamente con una siringa sporca di sangue mentre passeggiava sotto casa sua, nell'unico posto in cui i bambini e i ragazzi possono giocare e svagarsi durante le belle giornate di sole! 

    Sono arrivato al punto di non poter far scendere mio figlio a giocare sotto casa sua per paura che gli possa accadere qualcosa, per esempio che gli cada un lampione in testa oppure direttamente la porta del campo di calcio! 

    Siamo sommersi dalla spazzatura da mesi, c’è puzza, animali, per non parlare dell'inquinamento ambientale e dalle possibili conseguenze negative sulla salute di tutti noi! 

    Premetto, per amor di verità, che c’è stato, dopo mesi e mesi di contatti ed incontri, un sopralluogo diretto da parte di un componente della Giunta Comunale e stiamo cercando insieme, collaborando, di vedere come fare per risolvere in maniera definitiva questa situazione ormai insostenibile.

    Ma da come stanno le cose, purtroppo, da parte del cittadino non c'è nessuna collaborazione ed il Comune dovrà fare tutto da solo!  Ho anche segnalato la situazione in modo scritto a chi di dovere e ho detto che dovrà far accertare la mia verità agli organi competenti!

    Mi darò del tempo per dare modo di intervenire al più presto possibile e andrò avanti fino a quando tutto ciò non verrà risolto.

    Bisogna bonificare tutta la zona, metterla in sicurezza e poi piazzare telecamere, perché non accetto più che per colpa di qualche balordo si metta a rischio la vita di mio figlio e quella di tutti i bambini!”.

    Vuoi essere aggiornato in tempo reale sulle notizie dalla Valle del Belìce? Clicca “Mi piace” su Castelvetranonews.it o seguici su Twitter

    p1 villa catalanotto