• A3 Conad
  • A3 dottor Gianni catalanotto
  • Farmacia Rotolo Castelvetrano
  • outlet del mobile A3bis fino al 10 giugno
  • A3bis Farmacia Rotolo
  • Spazio politico R1

Pillole di diritto: tra contravvenzioni e notifiche ecco cosa prevede il Codice della Strada

di: Avv.Marinella Amodeo - del 2015-09-30

Immagine articolo: Pillole di diritto: tra contravvenzioni e notifiche ecco cosa prevede il Codice della Strada

Il codice della strada stabilisce che tutte le contravvenzioni devono essere immediatamente contestate al trasgressore, mediante la redazione del verbale di accertamento che in copia deve essere consegnato all’autore dell’infrazione e al coobbligato in solido.

  • Fratelli Clemente Febbraio 2023 a7
  • Nella pratica, però, non sempre è possibile l’immediata contestazione, o perché il trasgressore non è presente nel momento in cui gli agenti verificano l’infrazione oppure perché i mezzi utilizzati per accertare l’illecito non consentono una contestazione immediata. In questi casi, il codice della strada prevede che la notifica avvenga mediante consegna, nelle mani del trasgressore, dell’originale del verbale o a mezzo posta, tramite invio di una raccomandata a/r.

    La notifica deve avvenire nel termine massimo di 90 giorni dalla data di accertamento dell’infrazione, oltre tale termine il verbale è nullo. Contro un verbale nullo possiamo ricorrere per ottenerne l’annullamento entro 30 giorni dinanzi al Giudice di Pace o entro 60 giorni mediante ricorso al Prefetto. Il foglietto che troviamo sul parabrezza della nostra autovettura non è il verbale di accertamento, ma un semplice preavviso.

  • h7 immobiliare catalanotto
  • E’ un atto informale e non obbligatorio, che permette al trasgressore di pagare la multa senza l’aggiunta dei costi di notifica del verbale. Nel caso in cui si notino inesattezze ed imprecisioni su tale documento dovrà attendersi il verbale vero e proprio per fare valere i nostri diritti mediante ricorso.

    Cosa accade se arriva una multa per una auto che abbiamo venduto prima dell’infrazione?

    In questo caso bisognerà comunicare all’ufficio accertatore, mediante apposita dichiarazione, la cessione o vendita del mezzo. L’ufficio, preso atto delle dichiarazione provvederà a notificare l’illecito all’effettivo proprietario. In questo caso, la nuova notifica deve avvenire entro 150 giorni dalla data in cui l’ufficio riceve la comunicazione, sempre nel rispetto del termine di prescrizione.

    Vuoi essere aggiornato in tempo reale sulle notizie dalla Valle del Belìce? Clicca “Mi piace” su Castelvetranonews.it o seguici su Twitter

    Effeviauto P1 dal 21 maggio 2024