• A3 dottor Gianni catalanotto
  • A3 Conad
  • outlet del mobile A3bis fino al 10 giugno
  • Farmacia Rotolo Castelvetrano
  • A3bis Farmacia Rotolo

Eliminati i vincoli all'apertura di bar, pub e ristoranti a Castelvetrano. Arriva il via libera

Il testo integrale dell'ordinanza in allegato

del 2012-01-03

Immagine articolo: Eliminati i vincoli all'apertura di bar, pub e ristoranti a Castelvetrano. Arriva il via libera

(ph. Foto: stetoscopio.net)

Via libera all’apertura di nuovi esercizi commerciali nel settore somministrazione cibi e bevande. E’ questo quanto stabilito con l’ordinanza n.138 del 7.12.2011 dall’Amministrazione comunale di Castelvetrano.Non sarà pertanto necessario rispettare parametri numerici per chi vorrà potrà aprire bar, ristoranti, pizzerie, pub e similari, nel territorio di  Castelvetrano. L’unico limite è quello della sostenibilità ambientale, sociale e della vivibilità ovvero senza che a tale liberalizzazione deve seguire un riflesso negativo sui meccanismi di controllo in particolare per il consumo di alcolici e senza ledere il diritto dei residenti alla vivibilità del territorio e alla normale mobilità". Nel testo dell’ordinanza viene citato il decreto legislativo n. 59 del 2010 il quale prevede che i Comuni "limitatamente alle zone del territorio da sottoporre a tutela adottano provvedimenti di programmazione delle aperture degli esercizi un questione ferma restando l’esigenza di garantire l'interesse sia della collettività sia dell'imprenditore al libero esercizio dell'attività". Di seguito un estratto del testo dell’ordinanza comunale.

Allegati

  • Fratelli Clemente Febbraio 2023 a7
  • "Al fine di assicurare un  corretto sviluppo del settore, i comuni, limitatamente alle zone del territorio da sottoporre a tutela. adottano provvedimenti di programmazione delle aperture degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande al pubblico di cui al comma 1, ferma restando I’esigenza di garantire sia l'interesse della collettività inteso come fruizione di un servizio adeguato sia quello dell'imprenditore al libero esercizio dell'attività. Tale programmazione può prevedere, sulla base di parametri oggettivi e indici di qualità del servizio, divieti o limitazioni all'apertura di nuove strutture limitatamente ai casi cui ragioni non altrimenti risolvibili di sostenibilità ambientale, sociale e di viabilità rendano impossibile consentire ulteriori flussi di pubblico nella zona senza incidere in modo gravemente negativo sui meccanismi di controllo in particolare per il consumo di alcolici. e senza ledere il diritto dei residenti alla vivibilità del territorio alta normale mobilita. In ogni caso. resta fermala finalità di tutela e salvaguardia delle zone di pregio artistico,storico. architettonico e ambientale e sono vietati criteri legati alla verifica di natura economica o fondati sulla prova dell'esistenza di un bisogno economico, o sulla prova di una domande di mercato. quali entità delle vendite di alimenti e bevande e presenza di altri esercizi di somministrazione.                                                                               

     Considerato che è intendimento di questa AC., nelle more di una nuova programmazione e in un'ottica di liberalizzazione. concedere il rilascio di autorizzazioni amministrative senza tenere conto dei parametri numerici precedentemente determinati con unica limitazione, eventualmente imputabili, per le motivazioni di cui al sopra citato comma 3° dell'art. 64 e precisamente di sostenibilità. ambientale, sociale e di vivibilità che rendano impossibile consentire ulteriori flussi di pubbliCO nella zona senza incidere in modo gravemente negativo sui meccanismi di controllo in particolare per il consumo di alcolici, e senza ledere il diritto dei residenti alla vivibilità del territorio e alla normale mobilità;                                                                                                

    Sulla base di quanto esposto in precedenza il Sindaco ha ordinato che: "l'apertura di nuovi esercizi per la somministrazione di alimenti e bevande non sia più subordinata, in tutto il territorio comunale, ai parametri numerici, cosi come determinati all'art. 5 del regolamento comunale attinente l'attività di somministrazione di alimenti e bevande, approvato con deliberazione di C.C. n° 40 del 04/04/2008, mantenendo in vigore quant'altro previsto nello stesso relativamente ai criteri fissati per il rilascio delle autorizzazioni amministrative e comunque non in contrasto sia con le modifiche di cui  all'art. 64 del D. Lgs. n. 59/2010 sopra citato, sia con la Legge 25/08/1991 n. 287. Il presente provvedimento é reso noto alla cittadinanza, previa pubblicazione all'albo pretorio del palazzo comunale, nonché sul sito internet del comune: www.comune.castelvetrano.tp.it.                                                           

  • h7 immobiliare catalanotto
  • Vuoi essere aggiornato in tempo reale sulle notizie dalla Valle del Belìce? Clicca “Mi piace” su Castelvetranonews.it o seguici su Twitter

    Effeviauto P1 dal 21 maggio 2024