• A3 coffe outlet
  • A 3 Baglio trinità

Il coro della Libera di Partanna in trasferta a Terlizzi. “Il nostro canto non è per apparire, ma per pregare e per far pregare”

di: Francesca Caprarotta - del 2019-06-14

"Abbiamo viaggiato tutta la notte per arrivare in un angolo di Paradiso: Terlizzi, in cui abbiamo ritrovato Umiltà, Fraternità e Pace.  Un piccolo - grande CORO e una piccola - grande ORCHESTRA di Partanna guidati dai nostri Fratelli di Betania hanno donato giorni di preghiere InCanto... Un gruppo unico, fatto di professionisti e non, uniti da uno scopo comune: Lodare il Signore. Da stonata e non cantante, ma credente, non posso che dire Grazie per questa meravigliosa esperienza di Condivisione autentica!" 

  • A7 spazio disponibile
  • Diceva Sant’Agostino “chi canta prega due volte”. Lo sanno bene i fratelli della Fraternità francescana di Betania del santuario della Madonna della Libera di Partanna e sor Francesca Angilletta di cui sono le parole sopra riportate.

    La loro Fraternità dal 1998 è un istituto di vita consacrata e conta 7 comunità in Italia (Terlizzi, Partanna, San Quirino, Cella di Noceto, Roma, Loreto, Monte San Savino, Verona)). Essa venne fondata da Padre Pancrazio, al secolo Nicola Gaudioso, che da fratello laico cappuccino prestò servizio presso il santuario della Santa Casa a Loreto e incontrò Padre Pio. La redazione di Castelvetranonews ha raggiunto sor Francesca Angilletta, reduce da un viaggio speciale da Partanna a Terlizzi, da cui scaturiscono le sue parole di emozione su riportate.

    Perchè siete andati a Terlizzi?   

    “Il 1° giugno 2019, il nostro coro ha fatto un concerto-preghiera nella nostra Casa Madre di Terlizzi (BA), dove è sepolto il nostro fondatore padre Pancrazio Nicola Gaudioso. Il concerto dal titolo “Il nostro grazie sale a Te” voleva essere un ringraziamento alla Madonna per tutte le grazie che continuamente elargisce a tutti noi.”   

    Come è nato a Partanna il coro della Libera?   

    “Il coro della Libera è nato tre anni fa in occasione di una serata in onore a santa Cecilia, la santa della musica.  Tutti gli anni, come Fraternità, ci piace ritrovarci per questo momento ricreativo con canti e musiche. Nella nostra casa madre a Terlizzi, essendo in molti membri, la cosa viene ristretta a noi consacrati,  ma nelle case più piccole di dimensione, come qui a Partanna, la proposta viene estesa anche ai nostri amici laici.

    Tutti gli anni la Fraternità si ritrova in questo momento ricreativo con canti e musiche insieme ai fratelli laici. Cominciammo l’esperienza di questo nuovo gruppo che contava poco più di dieci membri tra laici e consacrati della Fraternità."   

    Negli anni il coro è cresciuto?   

    "Nel corso di questi tre anni le persone sono aumentate e insieme ai coristi anche musicisti professionisti. Il nostro coro oggi conta cinquanta due membri: quaranta coristi e dodici musicisti. Il nostro canto non è per apparire, ma per pregare e per far pregare.” 

    Vuoi saperne di più su questa notizia? Clicca su "Mi Piace" Castelvetanonews o seguici su Twitter e riceverai prima di tutti le notizie dal Belice

    p1 stockato