• A3 Conad
  • A3 dottor Gianni catalanotto
  • Farmacia Rotolo Castelvetrano
  • outlet del mobile A3bis fino al 21 marzo
  • A3bis Farmacia Rotolo

I Guardiani del Territorio, continua la mobilitazione pro agricoltori. Annunciato altro incontro a Petrosino

di: Redazione - del 2024-02-03

Immagine articolo: I Guardiani del Territorio, continua la mobilitazione pro agricoltori. Annunciato altro incontro a Petrosino

Prosegue l'azione di protesta e di mobilitazione dell'Associazione I Guardiani del Territorio che con un comunicato hanno nuovamente manifestato la vicinanza agli agricoltori.

  • Fratelli Clemente Febbraio 2023 a7
  • Di seguito il testo della nota: "Noi non ci fermiamo, continua la mobilitazione a fianco e con gli agricoltori. L’appuntamento è per giorno 5 febbraio alle ore 18:00 presso i locali del Centro Polivalente di Petrosino dove incontreremo gli agricoltori. I 25 mln di euro per due anni per i danni causati dalla peronospora stanziati dalla Regione Sicilia a fronte dei 350 mln di danni certificati dalla stessa Regione nell’anno 2023, non daranno ristoro agli agricoltori per un comparto devastato e allo stremo.
    A queste criticità che stanno minando la sopravvivenza delle aziende vitivinicole, si aggiungono gli effetti del conflitto russo-ucraino che ha visto l’aumento del costo delle materie prime con la conseguente riduzione dei consumi e l’aumento dei costi di produzione.

    Non possiamo stare con le mani in mano soprattutto alla luce dei dati che testimoniano l’abbandono dei vigneti. Chiediamo a gran voce l’intervento della politica Regionale e Nazionale a sostegno del comparto agricolo siciliano, nello specifico interventi che riescano a compensare le gravi perdite di reddito delle imprese siciliane causate dai danni della peronospora e dalla siccità.

  • h7 immobiliare catalanotto
  • Altresì chiediamo urgenti interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria a favore delle dighe presenti nel territorio siciliano affinchè non vengano causati irreversibili danni all’agricoltura locale.
    Riteniamo che le misure di estirpazione con reimpianto differito, in attesa di migliori condizioni di mercato, possano portare a una temporanea riduzione del potenziale produttivo.

    Al fine di contrastare le eccedenze produttive degli ultimi anni e per riequilibrare il mercato, fortemente condizionato dalla riduzione dei consumi, è necessario bloccare temporaneamente l’assegnazione delle quote di reimpianto della superficie vitata nazionale.
    Riteniamo inoltre necessaria l'attivazione della pratica della “vendemmia verde” perché da una parte, pur trattandosi di una rinuncia alla produzione che comporta la distruzione totale o l’eliminazione dei grappoli non ancora giunti a maturazione, dall'altra si potrà tentare il recupero fisiologico delle piante di vite compromesse dagli attacchi di peronospora ottenendo un sussidio sotto forma di pagamento forfettario per ettaro, stabilito dalle norme comunitarie.

    Chiediamo inoltre che sia sostenuto in sede comunitaria da parte della Regione, l’arricchimento dei mosti con zucchero d’uva o con MCR, in modo da favorire l'utilizzo delle eccedenze di produzione.
    Vi aspettiamo lunedì 5 febbraio alle ore 18:00 al Centro Polivalente di Petrosino, per affrontare insieme tutte queste tematiche".

     

    Vuoi essere aggiornato in tempo reale sulle notizie dalla Valle del Belìce? Clicca “Mi piace” su Castelvetranonews.it o seguici su Twitter