• A3 Conad
  • A3 dottor Gianni catalanotto
  • Farmacia Rotolo Castelvetrano
  • A3bis Farmacia Rotolo
  • outlet del mobile A3bis fino al 10 giugno

Sequestro area Parco Archeologico, il legale del Comune: "Fiducioso nel dissequestro"

del 2012-06-26

Immagine articolo: Sequestro area Parco Archeologico, il legale del Comune: "Fiducioso nel dissequestro"

Ancora sotto sequestro l’area davanti la zona archeologica di Marinella di Selinunte, dove era in atto la rimozione della seconda duna. Gli uomini della Forestale pare che avessero trovato sotto la stessa duna un palo alcuni copertoni e un cestello di lavatrice, sotterrati circa venti anni fa quando fu realizzata la duna. Questo soltanto, avrebbe portato al fermo dei lavori, in attesa della pronuncia del Magistrato che sta vagliando le carte. Di sicuro invece è scatta la denuncia contro N.C di Castelvetrano, titolare di un impresa che aveva conferito in un’area privata le alghe e altro materiale estratto dal porto, durante i vari lavori di bonifica,  comunque su autorizzazione dello stesso proprietario del fondo.

  • Fratelli Clemente Febbraio 2023 a7
  • L’indagine coordinata dal Pubblico Ministero Bernando Petralia che ha disposto il sequestro di un’area di circa 1.600 mq, in un territorio nella zona di via Cavallaro, a Marinella di Selinunte, avrebbe accertato che la deposizione di questo materiale nocivo nel tempo, avrebbe portato la morte di diversi alberi, soffocati dalla sostanze nocive. Per questo sono scattate una serie di avvisi di garanzia per tecnici comunali, che avrebbero probabilmente dovuto controllare i lavori fino allo smaltimento  e i titolari d’imprese.

    Sarà presentata oggi una istanza di riesame al Pubblico Mistero della Procura di Marsala, che si occupa del sequestro dei lavori di smantellamento della seconda duna e della realizzazione del parcheggio .L’avvocato Francesco Vasile che sta seguendo l’iter giudiziario per conto del Comune appare sereno: ”sono fiducioso in quanto ciò che ha fatto scattare il sequestro:la presenza di sfabbricidi e la terra vegetale, che servirono a realizzare la duna, negli anni 83-85 ,potevano essere usati”. Adesso-continua il legale:” questi materiali usati sono addirittura riutilizzabili".

  • h7 immobiliare catalanotto
  • Vuoi essere aggiornato in tempo reale sulle notizie dalla Valle del Belìce? Clicca “Mi piace” su Castelvetranonews.it o seguici su Twitter

    Effeviauto P1 dal 21 maggio 2024