• A3 Conad
  • A3 dottor Gianni catalanotto
  • Farmacia Rotolo Castelvetrano
  • A3bis Farmacia Rotolo
  • outlet del mobile A3bis fino al 10 giugno
  • Spazio politico R1

Triscina, il sesto corpo ritrovato potrebbe essere quello dello scafista

di: Elio Indelicato - del 2023-11-02

Immagine articolo: Triscina, il sesto corpo ritrovato potrebbe essere quello dello scafista

Il mare di Triscina ha restituito la sesta salma dopo il naufragio della notte dello scorso venerdi, quando morirono annegati cinque ragazzi, mentre ancora una decina risulterebbero ancora dispersi. 

  • Fratelli Clemente Febbraio 2023 a7
  • Le violente mareggiate di scirocco hanno restituito il corpo di un uomo sulla spiaggia della borgata marinara di Triscina al confine con l’area del Parco archeologico di Selinunte all’altezza della via 3. Un cittadino, residente nella zona, ha telefonato intorno alle 7,30 ai Carabinieri che hanno allertato i Vigili Urbani che sono arrivato sul posto.

    Solo con un paio di slip e in avanzato stato di decomposizione il corpo di un uomo non giovanissimo, si parla di una trentina di anni, che giaceva a faccia in alto sulla battigia. Aveva, riferisce chi l’ha visto, dei tatuaggi arabi nel petto e questo potrebbe far pensare che potrebbe essere uno degli scafisti del naufragio del Belice ma non si hanno certezze in tal senso. 

  • h7 immobiliare catalanotto
  • Il medico legale il dottore Tommaso Lipari, presenti i Carabinieri di Castelvetrano e alcuni Vigili del Fuoco ha effettuato la prima ispezione cadaverica, mentre la salma è stata trasportata poi nella camera mortuaria nella cella del cimitero comunale in attesa pare che il Magistrato ne ordini l’autopsia pare anche assieme a tutte le altre cinque, che si trovano presso la camera mortuaria dell’Ospedale di Castelvetrano. Intanto continuano le ricerche via terra da parte dei Vigili del Fuoco di eventuali altri corpi. 

    Nei giorni scorsi Il Nucleo dei Tas dei Vigili del Fuoco di Trapani ha effettuato i rilievi dello scenario dove si è svolto il naufragio ,che comprendeva il posizionamento dei corpi ritrovati del barcone della morte la stessa imbarcazione, per avere una quadro più veritiero sull’evento. 

    Qualche giorno fa, tre giovani naufraghi dopo aver vagato senza meta, si sono presenti nella struttura di primissima accoglienza Selinus di Castelvetrano chiedendo accoglienza e cibo. Dopo essere stati rifocillati sono stati accompagnati al C.P.R di contrada Milo per l’identificazione.

    Vuoi essere aggiornato in tempo reale sulle notizie dalla Valle del Belìce? Clicca “Mi piace” su Castelvetranonews.it o seguici su Twitter

    Effeviauto P1 dal 21 maggio 2024