• A3 Conad
  • A3 dottor Gianni catalanotto
  • outlet del mobile A3bis fino al 10 giugno
  • A3bis Farmacia Rotolo
  • Farmacia Rotolo Castelvetrano

A Campobello 4 neo consiglieri giurano, sfiduciano il Sindaco e lasciano l'aula. E' polemica

affrontata anche la questione morale e legalità

del 2012-01-04

Immagine articolo: A Campobello 4 neo consiglieri giurano, sfiduciano il Sindaco e lasciano l'aula. E' polemica

(ph. foto: web.tiscali.it/cittacampobellomaz/)

Si è tenuto questa mattina in seduta pubblica il Consiglio comunale di Campobello di Mazara che ha approvato all’unanimità la surroga degli ex cinque consiglieri dimissionari e il giuramento di 4 neoconsiglieri.

  • Fratelli Clemente Febbraio 2023 a7
  • In  particolare, hanno prestato giuramento Saverio Massimiliano Sciacca, subentrato a Rosetta Stallone (Alleanza per la Sicilia), Pietro Masaracchio, che ha preso il posto di Antonella Loredana Lombardo (Alleanza per la Sicilia), Gaspare Vito Passanante, subentrato a Bartolomeo Dilluvio (Alleanza per la Sicilia), Antonino Pizzolato, subentrato a Calogero Giovanni Palermo (Forza del Sud). Assente giustificato per motivi di salute il signor Giovanni Beltrallo che avrebbe dovuto prendere il posto dell’ex consigliere Vito Firreri (Sicilia Vera).

    I neo consiglieri, nei giorni passati, avevano comunicato a mezzo di una nota stampa di lasciare i rispettivi partiti politici d’appartenenza per confluire in un unico gruppo politico “Grande Sud”.

  • h7 immobiliare catalanotto
  • Inoltre, dopo avere prestato giuramento, i neoconsiglieri hanno avanzato una mozione di sfiducia, firmata solamente da quattro di essi, nei confronti del sindaco Ciro Caravà, attualmente sospeso dalla carica in quanto indiziato di reato. Successivamente, gli stessi hanno abbandonato l’aula prima della trattazione dei punti previsti dall’odg, non partecipando neppure alla disamina del punto “Questione morale e legalità”, la cui richiesta era stata avanzata proprio dai loro predecessori in Consiglio, e rinunciando così anche all’opportunità che la maggioranza aveva ritenuto di dare loro di pronunciarsi su un punto così delicato.

    Sono stati approvati all’unanimità dei presenti i punti relativi la fondazione del Distretto turistico della Sicilia occidentale e la rideterminazione degli oneri concessori (Bucalossi) per l’anno 2012.

    «Abbandonare l’aula prima di valutare e prendere eventualmente parte alla votazione di un punto così importante come la fondazione del distretto turistico rappresenta a mio avviso un ulteriore atto politico portato avanti dall’opposizione che ritengo poco responsabile nei confronti del Paese e del territorio – ha dichiarato il presidente del Consiglio Giuseppe Castiglione. In un momento così difficile per l’intera comunità, tagliare le potenzialità di sviluppo turistico vuol dire non avere a cuore l’interesse dei propri concittadini, anteponendo una discutibile logica politica all’interesse dell’intera città».

    Infine, il Consiglio ha proceduto alla discussione del punto relativo a “Questione morale e legalità”.

    I rappresentanti dei gruppi consiliari presenti in aula al momento della disamina, Andrea Passanante (MPA), Andrea Gulotta (Democrazia e Libertà) e Simone Tumminello (PD) hanno dichiarato  che l’esercizio delle funzioni giudiziarie compete esclusivamente la Magistratura, di confidare nella possibilità che il sindaco Ciro Caravà possa dimostrare la propria innocenza, e di prendere in considerazione l’ipotesi di dimissione dalla carica di consiglieri solo nel momento in cui le istituzioni preposte dovessero dimostrare la colpevolezza del Sindaco. A rappresentare la posizione della Giunta, infine, l’assessore anziano Agostino Montalbano, che ha dichiarato: «A partire dal giorno in cui abbiamo appreso la notizia dell’arresto del sindaco Ciro Caravà in quanto indiziato di reato, e non ancora giudicato, abbiamo scelto all’unanimità di evitare di prendere decisioni affrettate e di anticipare giudizi che non competono noi ma solo le istituzioni preposte. Valuteremo giornalmente l’evolversi dei procedimenti giudiziari, portando avanti la normale attività amministrativa nell’esclusivo interesse della città e del suo sviluppo».

    Vuoi essere aggiornato in tempo reale sulle notizie dalla Valle del Belìce? Clicca “Mi piace” su Castelvetranonews.it o seguici su Twitter

    Effeviauto P1 dal 21 maggio 2024