• a3 2022 cse
  • a3 generali
  • A3 dottor Gianni catalanotto

Paura in banca, 3 palermitani tentano rapina a Partanna. Arrestati

Le foto dei malviventi

del 2011-12-20

In foto: Eros Cusumano

Il 19.12.2011, verso le ore 12.30 circa, tre malviventi sono entrati in azione con coltelli e taglierini fermamente intenzionati a portare a termine una rapina presso la Banca di credito cooperativo del Belice di Partanna.

  • clemente a7 novembre 2021
  • Uno dei tre, il più giovane ed irruento, appena entrato ha aggirato il banco delle casse e ha puntato un taglierino alla gola dell’impiegato addetto all’apertura delle porte. Attimi di terrore in sala, col rapinatore, con indosso occhiali scuri, che cercava di far aprire la porta girevole ai due complici che erano già all’interno della porta girevole pronti ad entrare con i volti travisati da sciarpe e passamontagna. A quel punto, due cassieri preoccupati dalle grida di aiuto del loro collega, intervenivano dicendo al rapinatore di stare calmo, cosa però che faceva perdere la pazienza allo stesso, che feriva alle mani entrambi i cassieri.

    Tra la gente in attesa del proprio turno, però, vi erano anche liberi dal servizio il Comandante della Stazione dei Carabinieri di Partanna, Luogotenente Fabio Proietti, ed un agente di polizia penitenziaria, Bommarito Gaspare, che, resisi conto della situazione, immediatamente si lanciavano sul rapinatore e, dopo averlo immobilizzato e disarmato, lo dichiaravano in arresto.

    A seguito dell’evento delittuoso gli impiegati venivano accompagnati presso l’Ospedale di Castelvetrano dove gli venivano prestate le cure del caso per ferite alle mani e dimessi con 7 giorni di prognosi s.c.. Nel frattempo sul posto transitava una pattuglia dei Carabinieri di Partanna in servizio di perlustrazione, che veniva subito allertata da persone presenti davanti la Banca, i quali con fare agitato, indicavano subito due soggetti che, in quei momenti si stavano allontanando a piedi dalla Banca. Questi due soggetti venivano prontamente bloccati dal personale intervenuto ed identificati poi in La Rosa Giusto, di anni 50, e Badalamenti Benedetto di anni 41, entrambi pregiudicati palermitani. Gli stessi sottoposti a perquisizione personale venivano trovati in possesso di sciarpe e cappelli che gli erano serviti per camuffarsi appena entrati all’interno della Banca. Dalle immagini delle telecamere di sicurezza è stato possibile ricostruire che i due con il volto camuffato con sciarpa e cappelli, una volta che avevano visto che il loro complice Cusimano Eros era stato già bloccato, decidevano di fare marcia indietro, uscire immediatamente dalla Banca e cercare di dileguarsi inutilmente nelle vie vicine.

    Tutte e tre gli arrestati dopo le formalità di rito, su disposizione della competente A.G. di Marsala sono stati rinchiusi presso la casa Circondariale di Marsala.

    Un forte plauso agli agenti intervenuti è stato espresso dalla folla presente.

    Vuoi essere aggiornato in tempo reale sulle notizie dalla Valle del Belìce? Clicca “Mi piace” su Castelvetranonews.it o seguici su Twitter

    p1 proposte d'arredo gulotta