• A3 dottor Gianni catalanotto
  • A3 Conad
  • A3bis Farmacia Rotolo
  • outlet del mobile A3bis fino al 21 marzo
  • Farmacia Rotolo Castelvetrano

Quella volta del Karaoke a Castelvetrano e le selezioni fatte al Teatro Selinus

del 2018-11-28

L’altra sera ho avuto l’opportunità di seguire al telegiornale una recente intervista a Rosario Fiorello nella quale dichiarava che c’è un ritorno al fenomeno del “Karaoke”. Egli n’è stato l’iniziatore con quel fortunato programma trasmesso, quotidianamente per alcuni anni, dal 28 settembre 1992 su Italia 1.

  • Fratelli Clemente Febbraio 2023 a7
  • Ricordo che vi partecipai anch’io. Correva l’anno 1997. Fiorello aveva lasciato il suo posto di conduttore al fratello Beppe Fiorellino che, poi, si fece valere nel campo cinematografico ricoprendo ruoli, prettamente drammatici, di tutto prestigio.

    Quell’anno, per la registrazione della puntata a Castelvetrano (un’altra fu registrata a Sciacca e una terza a Trapani) arrivò in città tutta un’équipe di Italia 1 con i furgoni della Fininvest colmi delle più sofisticate attrezzature audiovisive.

  • h7 immobiliare catalanotto
  • Per partecipare alla trasmissione si doveva superare una selezione che si svolse presso il “Teatro Selinus” di Castelvetrano. I partecipanti eravamo circa centocinquanta, in parte giovani, provenienti sia dalla provincia di Trapani sia da quelle di Palermo e Agrigento.

    Superammo la prova in quarantacinque. I concorrenti per ogni puntata eravamo quindici, divisi in cinque gruppi di tre. Dei tre finalisti uno solo sarebbe risultato il vincitore di quella puntata del “Karaoke”.

    Due giorni dopo in piazza Garibaldi, oggi Sistema delle Piazze, giunsero migliaia di persone. Molti giovani, già dalle prime ore del mattino, s’aggiudicarono i posti più vicini al palco. Tanti altri,  giunti dopo, s’appollaiarono ovunque: sugli alberi, sulle transenne, su alcune impalcature e sui tetti delle auto. Il palco fu montato in modo da dare le spalle al pubblico, poiché lo spettacolo prima si registrava e, poi, era trasmesso in differita in TV.

    La gente doveva per forza stare alle nostre spalle, cosicché da essere inquadrata durante l’esibizione di noi concorrenti. Beppe era coadiuvato, nella conduzione del programma, da Antonella Elia e Mirella Principe.

    Non volendo scendere troppo nei particolari, ma soltanto per la storia, mi classificai fra i tre finalisti della puntata di Castelvetrano. Quando fummo chiamati tutti e tre sul palco, toccò al pubblico decidere chi dovesse vincere e per farlo s’utilizzò l’applausometro. Beh! Non so per quale motivo, simpatia, merito o altro, fatto ne è che la gente mi tributò un applauso più fragoroso degli altri due concorrenti e, così, vinsi quella puntata del “Karaoke”.

    Da notare che durante la gara dei quindici cantai per ultimo e siccome, almeno da citazione biblica “Gli ultimi saranno i primi”, può darsi che la stessa cosa sia valsa anche per me.

    Alla puntata di Sciacca vinse Peppe Prinzivalli, fratello di Anna Maria, affermata cantante a livello nazionale. Su quarantacinque concorrenti, in tre puntate, con tre finalisti vincitori, due eravamo di Castelvetrano e questa è stata sicuramente una grande soddisfazione sia per noi sia per i nostri concittadini.

    Non ce la fece, purtroppo per un soffio, nella puntata registrata a Trapani, un bravissimo cantante castelvetranese, Gaspare Pompei, ch'avrebbe sicuramente meritato di vincere anche lui, ma così vanno le cose.

    Il premio è consistito in un anellino con incastonato il semaforo dell’amore che poteva essere esposto col colore verde se si era liberi sentimentalmente, rosso se si era impegnati, giallo se si era liberi, ma s’aspettava che qualcuno si facesse avanti. Un altro regalo per aver vinto il “Karaoke” è stato un bacio sia dell’Antonellina nazionale sia della giunonica Mirella Principe, che non è poco.

    Qualche giorno dopo quell’irripetibile esperienza pensai d’organizzare uno “Speciale Karaoke” al quale invitai tutti gli amici castelvetranesi ch’avevano partecipato al “Karaoke”. La trasmissione, trasmessa sull’unica emittente televisiva castelvetranese, “Siciliano Uno”, fu molto seguita anche perché abbiamo raccontato tutte le fasi della nostra partecipazione al programma di Italia 1, dall’iscrizione alla vittoria di due di noi.

    Abbiamo commentato e criticato quella trasmissione che per un giorno c’ha visto protagonisti e che c’ha fatto capire quanto inesorabile sia la macchina che produce i vari programmi televisivi.

    Dopo quindici anni la direzione di Italia 1 ha pensato di riproporre il “Karaoke” che, però, non è riuscito ad avere ugual successo; forse poiché era oramai un programma obsoleto, o perché al posto di Fiorello c’era uno dei personaggi comici di “Colorado”, Angelo Pintus, nipote di Angelo Branduardi il quale, evidentemente, non è riuscito a suscitare lo stesso interesse del suo predecessore. Chissà, se tornasse Fiorello a presentarlo, magari anch’io mi sentirei di ripetere quell’emozionante e indimenticabile esperienza.

    Vuoi essere aggiornato in tempo reale sulle notizie dalla Valle del Belìce? Clicca “Mi piace” su Castelvetranonews.it o seguici su Twitter