• A3 coffe outlet
  • A 3 Baglio trinità

I francesi scelgono sempre più CVetrano. In calo i tedeschi. A Gibellina e’ boom turistico. Ecco i dati del 2018 resi noti dal Consorzio Comunale di Trapani

di: Francesca Caprarotta - del 2019-06-09

Immagine articolo: I francesi scelgono sempre più CVetrano. In calo i tedeschi. A Gibellina e’ boom turistico. Ecco i dati del 2018 resi noti dal Consorzio Comunale di Trapani

Finalmente la bella stagione sembra essere arrivata, e chi ancora non l’ha fatto, pensa alle vacanze. A Castelvetrano si pensa anche al turismo e al suo indotto, e la neo amministrazione eredita sicuramente una situazione difficile da gestire, seppur le analisi non evidenziano dati negativi per il territorio, probabilmente per la presenza del Parco archeologico di Selinunte. Tra i dati statistici diffusi di recente, vi sono quelli dell’osservatorio turistico del Libero consorzio comunale di Trapani.

  • a7 fratelli clemente
  • Facciamo un salto indietro negli anni, posto che i dati diffusi si riferiscono al 2018 e sono paragonabili agli ultimi anni dal 2009 in poi. Sono 688.663 i turisti italiani e stranieri in termini di arrivi, che nel 2018 hanno scelto la nostra provincia, mentre le presenze (ossia il numero di notti trascorse presso esercizi ricettivi) si attesta a 2.381.887 persone. Di questi ultimi, 371.926 hanno scelto Castelvetrano, con una variazione rispetto al 2009 del 41.60%, una diminuzione delle presenze degli italiani del -3.7% e una permanenza media di 4 giorni. In provincia, l’unico comune a superare Castelvetrano come numero di presenze nel 2018 è S. Vito Lo Capo (547.379 presenze).

    L’andamento provinciale del trend turistico in termini di arrivi, durante l’arco temporale dei 9 anni, a Castelvetrano, si è mantenuto costante negli ultimi 4 anni. Nel 2018, gli arrivi sono stati 94.095 di cui 52.116 di italiani e 41.979 di stranieri. Le presenze degli italiani sono calate in questi anni, positivo invece il dato relativo ai turisti stranieri, che dal 2009 al 2018 sono aumentati del 63.30%, raddoppiando da 25.705 a 41.979 in termini di arrivi e facendo ancora meglio in termini di presenze con un incremento del 121.90% dal 2009 al 2018, in cui si registrano 210.253 presenze di turisti stranieri. Ma da dove provengono gli stranieri che scelgono Castelvetrano?

    Sono 175.535 i francesi che nel 2018 hanno scelto di soggiornare  a Castelvetrano, seguiti dai tedeschi con 10.057 presenze. Ma mentre l’interesse dei francesi verso il nostro territorio come meta di vacanze è cresciuto, si registrano variazioni negative dal 2017 al 2018 per la Svizzera e Liechtenstein con un -11.1% e un -24.6% dal Regno Unito.

    Il comparto turistico presenta una problematica atavica del mercato, favorito purtroppo da politiche territoriali inadeguate: la stagionalità. Anche a Castelvetrano, malgrado la presenze del Parco archeologico, si registra una mancata destagionalizzazione: sono oltre 90 mila le presenze tra italiani e stranieri nei mesi clou della bella stagione, che si riducono a 2 mila durante il resto dell’anno, che rappresentano un nulla di fatto per l’imprenditoria del settore turistico del territorio e per l'occupazione.

    Solo il 6.71% sceglie un’attività ricettiva extralberghiera per i soggiorni, mentre gli alberghi rispetto al 2017 perdono il 4.2% di presenze. La crisi ha investito anche il settore: si registra la chiusura di ben quattro attività ricettive nel 2018, due nell’alberghiero e due nell’extraalberghiero, che sono scese da 47 a 43, ma vi è stato un aumento di 108 posti letto.

    Probabilmente, la problematica più grande di Castelvetrano è l’indotto, per cui i turisti visitano i templi di Selinunte, fanno base, ma non visitano nient'altro nel paese. Sviluppare iniziative e avviare attività imprenditoriali atte a animare e convogliare maggiori persone a visitare il nostro territorio sarebbe fondamentale, anche per destagionalizzare il comparto e dare lustro ad altre attrattive monumentali e culturali dell'area. 

    Del resto, i dati sono piuttosto costanti, ma oggettivamente si potrebbe fare di più anche tramite le politiche, se si pensa che Gibellina sta vivendo un exploit che l’ha portata ad un incremento del 576.5% in termini di arrivi dal 2017 al 2018 e del 693.30% in termini di presenze dal 2009 al 2018. Proprio di recente, l’associazione Albergatori Selinunte ha consegnato un proprio programma di riqualificazione del territorio alla neo amministrazione, auspicando la nascita di una consulta ad hoc, e/o una commissione consiliare dedicata, con cui operare di concerto. 

    Vuoi saperne di più su questa notizia? Clicca su "Mi Piace" Castelvetanonews o seguici su Twitter e riceverai prima di tutti le notizie dal Belice

    p1 stockato