• cse a3
  • A3 dottor Gianni catalanotto

La giovane castelvetranese Gaia Cancemi trionfa ai campionati giovanili italiani di salto ostacoli

del 2020-09-07

Immagine articolo: La giovane castelvetranese Gaia Cancemi trionfa ai campionati giovanili italiani di salto ostacoli

Quando l'equitazione è più che uno sport. Una passione vissuta intensamente e i trofei diventano naturale conseguenza. E' la storia di Gaia Cancemi, castelvetranese, che quest'anno ha partecipato ai campionati italiani giovanili all'Arezzo Equestrian Centre. In particolare, la giovane ha partecipato al "Criterium young rider" di 1⁰ e 2⁰ grado con il suo cavallo Sirthago De Brekka, guidata dall'istruttore Salvatore Caccamo del Centro Ippico Caccamo ad Ispica ( RG).

  • scarpinati a7
  • "Il mio campionato  - ci ha raccontato Gaia -- si è basato su 3 prove in 3 giorni di gara e la classifica è stata stilata in base alla somma dei punti d'onore dati dai piazzamenti di ogni giornata. Ho giocato tutto il primo giorno, vincendo la prima prova di venerdì con 0 penalità e il tempo migliore, portandomi automaticamente in testa alla classifica provvisoria di campionato.

    Nella seconda prova di sabato, avvantaggiata dal partire ultima rispetto a tutti gli altri concorrenti e viste le insidie del tracciato di gara sicuramente più difficile della prima prova, ho fatto una gara precisa senza prendere rischi per la velocità ma assicurandomi le 0 penalità e mantenendo la prima posizione provvisoria ex aequo con il ragazzo vincitore della seconda prova.

    Ieri, finale di campionato, partendo di nuovo per ultima sono stata l'unica ad affrontare le due manches senza penalità".

    Alla domanda sul grado di difficoltà della gara di ieri la stessa ha risposto: "La gara di ieri era sicuramente molto difficile ma ancora più difficile è stato mantenere la calma e non lasciarsi sopraffare dalle emozioni.

    Ho avuto molta paura di rovinare tutto l'ultimo giorno, ma il mio istruttore mi ha aiutata a tenere la calma e mi ha dato i consigli giusti oltre all'ottimo supporto tecnico. Il mio cavallo poi è stato sicuramente un fedele compagno e sotto la mia sella ha sempre dato il massimo in ogni prova, mi ha dato molto di più di quanto richiedessero i percorsi molto tecnici e di quanto gli avessi chiesto io.

    Un traguardo molto importante per cui essere contenti, ma gli obbiettivi sono tanti, per cui ora ci concentreremo a lavorare per affrontare al meglio le prossime gare e i prossimi gran premi che vedranno impegnati me il mio cavallo e il mio istruttore".

    Alla domanda sui sogni nel cassetto: "Di sogni il mio cassetto ne è pieno, ma per ora mi auguro di riuscire a far bene negli appuntamenti dell'immediato futuro".

    gaia

    gaia 3

    gai 4

    Vuoi essere aggiornato in tempo reale sulle notizie dalla Valle del Belìce? Clicca “Mi piace” su Castelvetranonews.it o seguici su Twitter

    p1 villa catalanotto