• a3 generali
  • A3 dottor Gianni catalanotto
  • a3bis 2022 cse

Questione migranti, sopralluogo Prefetto e Carabinieri presso presso l'ex cementificio. Bando della Regione per attivazione unità mobili

di: Redazione - del 2022-09-25

Immagine articolo: Questione migranti, sopralluogo Prefetto e Carabinieri presso presso l'ex cementificio. Bando della Regione per attivazione unità mobili

Venerdì pomeriggio il prefetto Filippina Cocuzza insieme al comandante dei carabinieri di Castelvetrano hanno effettuato un sopralluogo presso l'ex cementificio Castelvetrano Selinunte, già saturo di extracomunitari, come ogni anno in questo periodo di approssimarsi della raccolta olivicola. Vista la precaria situazione igienico sanitaria difficile, a giorni, dovrebbe esserci un incontro per decidere come affrontare l'ennesima emergenza.

  • clemente a7 novembre 2021
  • L’assessorato della Famiglia delle politiche sociali e del lavoro della Regione Siciliana, attraverso l'Ufficio speciale Immigrazione, ha, intanto, pubblicato un avviso rivolto agli enti del terzo settore, per la co-progettazione e la realizzazione di interventi sociali e di assistenza sanitaria e socio-sanitaria a tutela dei cittadini stranieri vittime o potenziali vittime di sfruttamento lavorativo.   

    Gli interventi dovranno svilupparsi nella provincia di Trapani e in particolare nei territori dei comuni di Campobello di Mazara, Castelvetrano, Alcamo e Marsala, che storicamente vedono impiegato un numero molto alto di braccianti agricoli stagionali nel periodo autunnale, per la raccolta di uva e olive.  Nello specifico, le attività dovranno interessare gli insediamenti che insistono nelle aree più critiche per sovraffollamento e precarie condizioni igienico-sanitarie e abitative, come l’area di “Fontane d’oro” a Campobello di Mazara.   

    Oggetto della co-progettazione è l’attivazione di unità mobili costituite da équipe multidisciplinari (medico, infermiere professionale, mediatore linguistico-culturale, psicologo, esperto legale in materia di normativa dell’immigrazione, assistente sociale ed educatore) in grado di fornire assistenza sanitaria e socio-sanitaria ai lavoratori stranieri. Le unità mobili dovranno fornire interventi di medicina di prossimità e facilitare la presa in carico dei bisogni sociali e primari di salute dei migranti da parte delle strutture del servizio sociale e sanitario locale, favorendone l’inclusione. 

    Gli enti del terzo settore interessati alla co-progettazione dovranno presentare tutta la documentazione all'Ufficio speciale Immigrazione entro il prossimo 26 settembre 2022.

    Le attività sono finanziate con 180 mila euro, a valere su fondi Fami 2014-2020 e Fse Pon Inclusione 2014-2020, attraverso i programmi Su.pr.Eme. e P.I.U. Su.Pr.Eme.

    Foto:archivio

    Vuoi essere aggiornato in tempo reale sulle notizie dalla Valle del Belìce? Clicca “Mi piace” su Castelvetranonews.it o seguici su Twitter

    p1 proposte d'arredo gulotta