• A3 dottor Gianni catalanotto
  • A3 Conad
  • outlet del mobile A3bis fino al 21 marzo
  • A3bis Farmacia Rotolo
  • Farmacia Rotolo Castelvetrano
  • Spazio disponibile R1

Santa Ninfa , interruzione servizio asilo nido comunale per otto bambini. Botta e risposta tra genitori e Sindaco Ferreri

di: Publiredazionale - del 2024-03-30

Immagine articolo: Santa Ninfa , interruzione servizio asilo nido comunale per otto bambini. Botta e risposta tra genitori e Sindaco Ferreri

Otto bambini di Santa Ninfa dal 2 aprile non avranno più la possibilità di frequentare l'asilo nido. I genitori attraverso una lettera hanno manifestato il loro disappunto su una situazione che al giorno d'oggi è difficile da accettare. Di seguito anche la replica del primo cittadino di Santa Ninfa, Carlo Ferreri. 

  • Fratelli Clemente Febbraio 2023 a7
  • La nota dei genitori: "Santa Ninfa, 5000 abitanti e un'amministrazione che non gode della maggioranza in consiglio comunale. Che importa penserebbe chiunque I? In una così piccola realtà, dove ci si conosce tutti, l'importante è fare il bene comune. Ma forse il bene comune si è perso di vista; forse l'astio. ha avuto la meglio a discapito dei santaninfesi, tutti. Ma nello specifico chi ci è andato di mezzo sono otto bimbi frequentanti l'asilo nido comunale, che non avendo il personale a sufficienza ha ricorso ad una cooperativa finanziata dai soldi della buona scuola. 

    Il progetto è finanziato fino al 31 Marzo anche se successivamente arrivano i fondi per concludere l'anno scolastico, fino al 31 Luglio. Questi fondi vengono messi in bilancio, insieme a diverse altre previsioni di spesa, ma giunta e consiglio comunale non si mettono d'accordo e questo non viene approvato entro i termini. I soldi ci sono ma non possono essere utilizzati, l'obiettivo non è più quello di dare servizi ai cittadini ma quello di provocare disservizi. Prova ne è l'incontro avuto tra genitori dei bimbi, amministrazione ed opposizione, durante il quale ci si aspettava un confronto ma, ahimè, lo spettacolo a cui abbiamo assistito è ben lontano da qualsiasi cosa che si possa definire confronto. 

  • h7 immobiliare catalanotto
  • Una sconfitta per la comunità tutta. Siamo i genitori di otto bambini che stanno scrivendo questa lettera. Otto genitori che dal 02/04/2024 non avranno più un luogo dove portare i loro bambini; che non sapranno più cosa rispondere ai figli quando chiederanno di portarli nel luogo che fino adesso è stato il loro nido; un luogo che fino a questo momento è stato un punto di riferimento, di ritrovo, di crescita e di gioco con altri coetanei. Otto genitori che con questa lettera vogliono far prendere atto del disagio che stanno vivendo attualmente. 

    Alcuni di noi si trovano nelle condizioni di dover lasciare il lavoro perché non sanno a chi materialmente affidare i piccoli e questo a causa del mancato accordo tra amministrazione e consiglio. Come genitori siamo fortemente preoccupati sulle conseguenze che questa vicenda politica avrà non soltanto sui nostri figli, che (per settimane o mesi) non potranno usufruire di un servizio fondamentale per il loro sviluppo psicologico e sociale, ma anche sugli altri bambini che frequentano attualmente il nido, in quanto tale vicenda determinerà inevitabilmente la riduzione del personale scolastico.

    Le nostre richieste sono semplici e dovrebbero essere un nostro diritto! Chiediamo che i nostri figli non diventino pedine di diatribe politiche; chiediamo che vengano accolti i bisogni reali della cittadinanza; chiediamo una reale soluzione prima che sia troppo tardi".

    La replica del sindaco: "Come i genitori già sanno, perché ho avuto modo di spiegare loro le cause del disservizio che si è verificato, la giunta comunale, che a Santa Ninfa non ha la maggioranza in consiglio comunale, dopo essersi confrontata invano tutto il mese di febbraio con i consiglieri di opposizione, ha approvato il 4 marzo il bilancio mettendo i fondi necessari nell'apposito capitolo per consentire la prosecuzione del servizio fino al 31 di luglio.

    Epperò in Consiglio comunale l'opposizione, che ha otto consiglieri comunali a fronte dei quattro che sostengono la amministrazione, per ben due volte con un atteggiamento ostruzionistico nei confronti dell'amministrazione ha rinviato l'approvazione del bilancio di previsione perché si sono impuntati sulla ristrutturazione della caserma dei carabinieri, obiettivo questo che è stato recepito anche dalla mia amministrazione ed è stato inserito nel dup. 

    Ma questo a loro non è bastato, dimenticando i ruoli che la legge attribuisce ad ognuno, ed hanno paralizzato di fatto l'attività della macchina amministrativa, causando una serie di disservizi alla comunità in primis alle famiglie e ai bambini dell'asilo nido.

    Questi consiglieri di opposizione continuano ancora, a distanza di quasi un anno dalle elezioni, ad agire mossi soltanto dalla rabbia e dimenticando il bene della comunità. Il danno non lo hanno fatto al sindaco e all'amministrazione comunale ma lo hanno fatto all'intera cittadinanza".

    Vuoi essere aggiornato in tempo reale sulle notizie dalla Valle del Belìce? Clicca “Mi piace” su Castelvetranonews.it o seguici su Twitter

    Arredo Gulotta P1