• A3 Conad
  • A3 dottor Gianni catalanotto
  • outlet del mobile A3bis fino al 21 marzo
  • Farmacia Rotolo Castelvetrano
  • A3bis Farmacia Rotolo
  • Spazio disponibile R1

Castelvetrano assente alla Bit, Colaci: "Ci sono momenti in cui investire soldi di tasca propria"

di: Redazione - del 2024-02-05

Immagine articolo: Castelvetrano assente alla Bit, Colaci: "Ci sono momenti in cui investire soldi di tasca propria"

Non poteva passare inosservata l'assenza della Città di Castelvetrano nel padiglione 3 Stand A21 B32 della Bit Milano 2024. Tanti i commenti sui social che tirano in ballo una sorta di scelta irresponsabile, intollerabile l'esclusiva ragione economica.

  • Fratelli Clemente Febbraio 2023 a7
  • Dell'assenza dei rappresentati del Comune di Castelvetrano ne avevamo parlato qualche giorno fa (leggi l'articolo) Castelvetrano non sarà presente alla Bit di Milano. Alfano: “Senza fondi per mancata approvazione bilancio e rendiconto” 

    Tra gli eventi previsti alla Bit Milano era in programma, oggi lunedì 5 febbraio alle ore 14.30, nello stand della Provincia di Trapani, l’appuntamento del Comune di Castelvetrano: “Azioni sinergiche per un'offerta turistica integrata di beni culturali, paesaggio ed enogastronomia”.

  • h7 immobiliare catalanotto
  • Riceviamo e pubblichiamo nota di Tony Colaci sulla mancata partecipazione della Città di Castelvetrano: "Entrare nel merito dei meccanismi che regolano la gestione della cosa pubblica non è sicuramente alla portata dei cittadini che non hanno mai avuto una attiva esperienza politica o una funzione amministrativa nell’ambito della Casa Comunale.

    Alle critiche diffuse sui social in merito alla mancata partecipazione alla BIT da parte del nostro Comune sicuramente i burocrati addetti ai lavori troveranno il modo di rispondere adducendo motivi ineccepibili riguardanti la mancata approvazione del bilancio di previsione o altro che la gran parte dei cittadini avrebbero difficoltà a controbattere.

    In genere sono più propenso a lodare che a criticare, ma a volte l’evidenza dei fatti mi porta a fare delle considerazioni che nulla hanno a che vedere con questioni di carattere burocratico o con la filìa verso ideologie o appartenenze politiche.

    Allora mi viene spontaneo rifarmi alle esperienze della mia vita professionale a cui accenno solo per dare un senso a ciò che dico. Già a 25 anni dirigevo un’azienda che agli inizi degli anni ‘70 dava occupazione a circa 100 persone. Da allora è trascorso mezzo secolo ed ho sempre ricoperto incarichi di responsabilità in ambito industriale privato.

    Molto spesso, pur di raggiungere un’obiettivo di interesse generale per l’azienda e per chi ci lavora io, come tanti altri dirigenti come me, usiamo assumerci delle responsabilità anche non richieste dalle procedure o dal contratto di lavoro. Quindi, se non avessi agito assumendomi le responsabilità e gli oneri conseguenti, l’azienda ne avrebbe avuto un danno comunque non adducibile a mie incompetenze o mancata volontà, scuse a cui non ho fatto mai ricorso.

    Detto questo, a mio parere sarebbe stata una dimostrazione di buon senso e di attaccamento agli interessi della Città trovare una soluzione alla mancanza di una presenza dietro quel banco della BIT assegnato a Castelvetrano sotto la bella foto dei templi di Selinunte, anche investendo qualche centinaio di Euro di tasca propria.

    Probabilmente con un gesto simile si sarebbe guadagnata più credibilità nei confronti degli operatori del settore turistico e dei cittadini votanti a cui tra qualche mese sarà richiesta ancora una volta fiducia e sostegno.

    Ma queste restano considerazioni di un semplice cittadino che troppo spesso ha problemi a capire come si possa auspicare l’occupazione di un posto di vertice senza avere coscienza dei propri limiti".

    Vuoi essere aggiornato in tempo reale sulle notizie dalla Valle del Belìce? Clicca “Mi piace” su Castelvetranonews.it o seguici su Twitter

    Arredo Gulotta P1